Troppi antibiotici ai bambini

Farmaci e bambini, in via generale le medicine che somministriamo ai nostri figli sono troppe. Gli antibiotici fanno poi la parte del leone nelle prescrizioni.

Il 9 e il 10 maggio i pediatri si riuniscono a Roma per 68° congresso della società italiana di pediatria (Sip), ma alcuni dati del rapporto “Arno bambini” sono già noti.
La conclusione è che ai bambini vengono date troppe medicine, soprattutto antibiotici, per patologie come l’influenza e il raffreddore che non necessitano sempre di strumenti farmaceutici così importanti. Il rischio è quello spesso paventato negli ultimi anni, la somministrazione non appropriata può rendere più resistenti i batteri.

Antibiotici ai bambini? Si, no, forse! Gli antibiotici sono una categoria di medicinali molto potente e di grande efficacia, vanno quindi somministrati ai bambini (così come agli adulti) solo quando è strettamente necessario e sotto stretto controllo medico.

Quasi sempre i motivi della somministrazione sono rappresentati da malattie dell’apparato respiratorio, quindi faringiti, bronchiti, febbre e a volte anche raffreddori. Ovviamente, non sempre è necessario l’assunzione dell’antibiotico, anche se oggi troppo spesso vi è un abuso. Una recente indagine, condotta su una settantina di medici-pediatri, rivela che hanno prescritto questo farmaco 59 volte su 100 ma solo 36 bimbi dei 59 avevano necessità dell’antibiotico. Di questi 36 bimbi, però, occorre sottolineare che per circa la metà, era veramente indispensabile l’assunzione dell’antibiotico.

Per velocizzare i tempi di guarigione, molte volte gli vengono somministrate delle medicine sotto forma di antibiotico. A lungo andare però, se il bimbo viene spesso “imbottito” di antibiotici, può portare anche all’allergia del farmaco. Inoltre, un abuso dell’antibiotico può portare disturbi gastrointestinali, come mal di stomaco e diarrea, giusto per citarne alcune, a testimoniare l’intolleranza. Ma l’abuso di antibiotici ha conseguenze anche verso la popolazione. I batteri sono facilmente trasmissibili da bambino a bambino, soprattutto se frequentano l’asilo o scuola materna che sia. Ed è proprio questo un altro motivo per cui si ricorre all’uso scorretto dell’antibiotico. Così facendo, aumentano i ceppi di batteri che resistono a questo farmaco.

I farmaci da automedicazione che vengono prescritti ad ogni bambino con una media di 2.7 confezioni. Un numero elevato rispetto agli altri paesi europei che vede gli antivirali al quinto posto dei farmaci più prescritti.
Sui motivi di questo eccesso di prescrizioni i pediatri si interrogheranno nei due giorni di congresso.

Fonte: QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...