Pap-test ogni tre anni, lo dice Veronesi

Per lo screening contro il Papilloma virus umano (Hpv), il principale responsabile dell’insorgenza del cancro al collo dell’utero, è sufficiente eseguire il Pap-test e l’Hpv test, ogni tre anni, e non ogni anno. Ad affermarlo è Umberto Veronesi, direttore scientifico dell’Istituto europeo oncologico (Ieo), nel corso del convegno “Le nuove cure a misura di donna”. “Nei tumori ginecologici – afferma Veronesi – sono avvenuti i cambiamenti più significativi nella lotta al cancro degli ultimi 50 anni: il cancro del collo dell’utero è ridotto all’incidenza minima grazie al nuovo test virale associato al Pap-test e si avvia a scomparire totalmente in futuro grazie alla vaccinazione. Il cancro dell’ovaio si puo’ evitare nel 50% dei casi grazie alla pillola anticoncezionale, ma va presa almeno per 15 anni”.

Lo Ieo indica il Pap-test ogni 3 anni, associato all’Hpv test: gli esami possono essere eseguiti a intervalli più lunghi, spiegano gli esperti, perché quelli di cui disponiamo attualmente sono più efficaci. “L’individuazione della causa virale del cancro della cervice in alcuni ceppi di Hpv ha rivoluzionato in pochi anni la prevenzione di questo tumore – afferma Mario Sideri, Direttore dell’Unità di Ginecologia Preventiva dello IEO di Milano -. Oggi invertiamo il trend della prevenzione oncologica: chiediamo alla donna meno esami, ovvero a intervalli più lunghi, perché quelli di cui disponiamo sono più efficaci. È necessario ora un grande sforzo informativo”.
Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...