Stuprata per settimane uccide il suo aguzzino, ora vuole abortire.

Una donna di 26 anni, Nevin Y’nin ha ucciso l’uomo che la stuprava una volta a settimana, entrando di notte nel suo appartamento e minacciandola poi di diffondere le foto della donna nuda per tutto il vicinato. La giovane turca di Isparta, nella parte occidentale del Paese, ha ucciso l’uomo sparando ai genitali e gli ha mozzato la testa, facendola rotolare nella piazza del paese.
Il suo è stato definito un delitto d’onore alla rovescia. In Turchia, nelle zone rurali, infatti, vige ancora il codice d’onore. Il delitto d’onore, prevede l’uccisione della donna violentata o adultera da parte degli stessi familiari per eliminare il simbolo della vergogna. Nevin ha dichiarato di essersi vendicata di chi le aveva fatto perdere l’onore.
Nevin a seguito delle continue violenze è rimasta incinta, è al quinto mese e vuole abortire, non vuole quel bambino. La legge nel paese islamico non permette di abortire oltre le dieci settimane. Per questo la donna, madre di due bambini di due e sei anni, ha minacciato di togliersi la vita se non le permetteranno di interrompere la gravidanza.
L’aborto in Turchia è legale dal 1983, ma l’attuale presidente Erdogan, per favorirsi l’elettorato islamico, ha recentemente dichiarato che l’aborto è un omicidio e che andrebbe abolita la legge che lo permette. Recentemente si è assistito a manifestazioni con la partecipazione di migliaia di donne in difesa della libertà di abortire, ma lo scontro con il governo di ispirazione islamica si preannuncia duro.
Il mio commento alla notizia:
Che dire di fronte ad una tale barbarie?
Come si può condannare una donna che ha subito per molto tempo delle violenze così gravi?
Sicuramente è molto provata. nessuna donna può uscire indenne da uno stupro, figurati se poi è perpetrato per settimane. E’ una cosa devastante per chiunque.
Io sono contro l’aborto, ma non me la sento di giudicare una donna che è stata sottoposta a tutto ciò. Andrebbe aiutata, sostenuta, andrebbe capita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...