Il gusto proibito delle zenzero * Jamie Ford * Garzanti

A volte nella vita non hai seconde chance. Guardi quello che hai, non quello che ti manca e vai avanti.

Il libro è ambientato nei primi anni Quaranta, l’America è in guerra. Henry, dodicenne cinese, conosce già da tempo l’odio e la violenza, proviene dal quartiere di Chinatown. Si aggira per Seattle con un distintivo con scritto “Io sono cinese” e per questo essere picchiato e insultato a scuola è la regola ormai. Ma un giorno Henry incontra Keiko, capelli neri e frangetta sbarazzina, l’aria timida e smarrita, scopre poi che abita nel quartiere nipponico di Nihonmachi. È giapponese e come lui ha conosciuto il peso di avere una pelle diversa. All’inizio la loro è una tenera amicizia, fatta di passeggiate nel parco, fughe da scuola, serate ad ascoltare jazz nei locali dove di nascosto si beve lo zenzero giamaicano, in compagnia dell’amico jazzista Sheldon. Giorno dopo giorno, il loro legame si trasforma in qualcosa di molto più profondo, ma è un amore impossibile, osteggiato in tutti i modi dai genitori di Henry e in più, l’ordine del governo è chiaro: i giapponesi dovranno essere internati e a Henry, come alle comunità cinesi e, del resto, agli americani, è assolutamente vietato avere rapporti con loro. Eppure i due ragazzini sono disposti a tutto, la storia d’amore di Henry e Keiko è più forte di ogni pregiudizio paterno o odio razziale.
Un romanzo che propone, alcuni aspetti poco noti della storia degli Stati Uniti, ambientato nella Seattle del 1942, un anno dopo Pearl Harbour, dove la popolazione giapponese viene considerata nemica. Tutti conosciamo la discriminazione nei confronti degli afromaericani, ma ben poco si è detto di quella verso gli immigrati orientali, così come non si conosce quasi per niente il tema dell’internamento dei giapponesi in campi di prigionia: intere famiglie del tutto estranee alle vicende belliche, furono deportate, private dei loro averi e additate come spie pericolose.

E’ una storia indimenticabile e commovente di speranza e determinazione, di abbandono e di rimpianti, di lealtà e coraggio che esplora la forza eterna e immutabile dell’amore.

E in certi momenti la speranza può darti la forza di superare qualsiasi difficoltà.

Le scelte più difficli nella vita non sono quelle fra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, bensì quelle fra ciò che è giusto e ciò che è meglio.

Il tempo e lo spazio non sempre consentono al cuore di ricordare; ma a volte succede il contrario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...