Cucinare fa bene all’umore, se hai un aiutante, ancora meglio!

Io amo cucinare, mi è sempre piaciuto, fin da ragazzina. I miei genitori lavoravano entrambi e cucinare, scaldare i cibi, è diventata una necessità, ma una necessità piacevole. A volte mi pesa, lo ammetto, anche perchè mettere in tavola 2 pranzi al giorno per 365 giorni l’anno, per 4 persone, non è sempre semplice. Io sono fortunata, i miei uomini di casa mangiano tutto ciò che metto in tavola, anche se da parte mia devo ammettere che cerco sempre di fare cose a tutti ben gradite.
Solitamente faccio cose abbastanza veloci, che non mi portano via troppo tempo, ma ci son giorni, durante i quali devo cucinare, devo impastare, devo fare qualcosa di speciale e di buono che rallegra gli occhi e il palato. Perchè devo?
Perchè ci sono giorni in cui cucinare mi distende i nervi, mi rilassa, mi aiuta a superare momenti o giornate difficili. In quei giorni mi diletto in pranzetti diversi dal solito, sforno dolci squisiti, faccio la pasta fresca, la impasto, la tiro, la taglio, la cucino, preparo un buon sugo e me la mangio come se non ci fosse un domani, me la gusto proprio.
Da quest’anno c’è una novità in cucina, ho l’aiutante, il mio Miciomao. Si lava le manine, si tira su le maniche, si mette in piedi sulla sedia e insieme prepariamo le varie pietanze. E’ curioso, vuole sapere, vuole assaggiare, mi piace averlo accanto.
E’ diventato bravissimo a tagliare le patate a pezzetti, che poi inforniamo. E’ diventato bravissimo a rompere le uova, anche se qualche volta ci scappa il guscio, che io prontamente ripesco. Sa tagliare anche le tagliatelle  con la rotellina e sa buttarle nell’acqua bollente con cura e paino piano senza schizzi, sotto la mia supervisone, ovvio. Ah si, sa anche usare il Bimby, che tenderebbe a far girare alla massima potenza, se io non intervenissi.
Passare del tempo in cucina con Miciomao e gustare poi i piatti che prepariamo è divertente, interessante, ci rende felici e complici. Facciamo anche le foto ai nostri piatti, così ci ricordiamo i momenti passati in cucina.
Cucinare fa bene all’umore di entrambi, ci avvicina, ci insegna che il tempo condiviso, non è mai tempo perso.

Annunci

4 pensieri su “Cucinare fa bene all’umore, se hai un aiutante, ancora meglio!

  1. mammapiky

    Anche a me piace cucinare, ma sono una frana…non lo dico così, tanto per….lo dico perché e' vero. Sono capace di rovinare perfino un sugo di pomodoro. A volte faccio una ricetta nuova per la prima volta e viene perfetta, altre la cosa più banale, devo buttarla nella pattumiera. Non scherzo. E' sul serio così….per fortuna che ho una pizzeria al taglio sotto casa, altrimenti sai quante sere avremmo saltato la cena?!?!? Eppure vorrei essere anch'io una di quelle mamme che sfornano cose genuine per tutta la famiglia, magari non sempre ma per lo meno il fine settimana.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...