Ho vinto l’Alaska * Libby Riddles * Piemme

In una giornata come quella di oggi, dedicata alle donne, vi consiglio questo libro, la storia di una donna, molto determinata, molte forte, molto coraggiosa, che supera se stessa e anche tutti gli altri.
Libby è la prima donna che ha conquistato la Iditarod, una competizione estrema che si tiene ogni anno, il percorso è lungo circa 1,868 km,  va da Anchorage a Nome, in Alaska, si effettuata con i cani da slitta.
La gara prende origine da un episodio accaduto nel 1925: un’epidemia di difterite colpì la città di Nome, a causa del maltempo non era raggiungibile nè con l’aereo, nè con la nave, quindi si ricorse alla slitta trainata dai cani, per portare il vaccino. Avete presente il cartone animato della Disney Balto? Era il nome del cane da slitta che guidava la spedizione.
L’introduzione era d’obbligo, ma torniamo al libro.

Libby era una ragazza del Wisconsin, dallo spirito libero, sognava da sempre una grande avventura, a sedici anni si trasferisce in Alaska, inizia così ad allevare cani da slitta, ad amarli, ad allenarli, a vivere con loro in simbiosi. Libby decide di iscriversi alla  Iditarod, una sfida con se stessa, ma decisa a vincerla con l’aiuto dei suoi 15 amati cani. Parte il 3 marzo del 1985, affronta temperature assurde, anche – 40°, vento tagliente, percorsi inverosimili, tra ghiacciai, montagne, salite e discese pericolose, ghiaccio che scricchiola sotto i pattini della slitta, e luoghi senza un’anima, ma solo tanto bianco avvolgente. Il libro è una cronaca della gara, giorno per giorno, è descritta così bene, che mi sembrava di essere sulla slitta con lei, con i suoi cani a farmi compagnia, ho sofferto il freddo con lei e ho vinto con lei.
Ho amato questo libro, ho ammirato questa donna dal carattere così forte e temerario, ho conosciuto un mondo che sapevo esistesse, sapevo essere difficile, ma non immaginavo così tanto. Ho conosciuto anche la solidarietà tra i nativi, ma anche la solidarietà che quest’ultimi hanno nei confronti di chi decide di sfidare questa terra così astrusa.
Io ve lo consiglio col cuore.
Ho vinto l’Alaska. La prima donna che ha conquistato la Iditarod racconta la sua storia

Il sito di Libby lo potete trovare qui, dateci un’occhiata, ne vale la pena.
Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Homemademamma.

Il paesaggio sconfinato rende umili, ricolloca l’esistenza umana nella giusta prospettiva. Non intendo dire che ci fa sentire come moscerini sul parabrezza, della vita, ma ci fa rendere conto che apparteniamo a un tutto troppo grande per essere compreso.
Non partecipavo alla corsa per diventare famosa. Volevo solo dimostrare cosa erano capaci di fare i miei cani.
Quello che mi riempiva di orgoglio, era che avevo dimostrato a me stessa che ero degna di abitare in Alaska, anche se non c’ero nata.
Advertisements

4 pensieri su “Ho vinto l’Alaska * Libby Riddles * Piemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...