Oggi è la Giornata Mondiale della Sindrome di Down

Oggi è la Giornata Mondiale della Sindrome di Down. Perchè proprio oggi? L’ha spiegato benissimo Antonella del blog COLORIDELLAMORE:
Perchè il 21 è il numero della cellula su cui si appoggia il terzo cromosoma e il 3, ovvero marzo, richiama il numero dei cromosomi presenti nel DNA nelle persone con Sdd.

A novembre del 2012 la Terza Commissione ONU, con la risoluzione A/C.3/66/L.27/Rev.1, sancisce ufficialmente e definitivamente, il 21 marzo come Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down.

Antonella ha un bimbo con Sdd, chi meglio di lei sa cosa significa questa giornata? Leggete il suo post, è molto bello, pieno di amore, un amore senza limiti, un amore con una marcia in più.
Leggete anche il post di Barbara del blog Mammafattacosì. Ha postato delle foto meravigliose, piene di gioia, di amore allo stato puro e poi Killò, lasciatemelo dire, è un bimbo stupendo, di una bellezza che toglie il fiato.
Lascio parlare loro, le loro foto, i loro bambini, chi più di loro può dirvi e farvi capire cosa significhi essere la mamma di un bimbo con un cromosoma in più, delle difficoltà, delle paure, delle lotte, delle vittorie e delle gioie inattese, che la loro vita può offrire.
Io da parte mia posso dire solo una cosa, quando aspettavo Miciomao non ho voluto fare la villocentesi, l’amniocentesi e nulla di più dei soliti controlli. Avevo aspettato Miciomao per anni e ciò che la vita mi aveva riservato avrei preso, senza “se”, senza “ma”. Alcuni non hanno capito questa mia scelta, alcuni l’hanno criticata, andavo già verso i 40, i rischi della Sdd erano alti, altri mi hanno appoggiato e sapevo che, nel caso, mi avrebbero aiutato. Anche nel non sapere ci vuole forza, sappiatelo, ci si prepara a tutto, ci si prepara ad accogliere il futuro, qualunque esso sia. Per la cronaca, non ho voluto nemmeno sapere di che sesso fosse Miciomao, poteva essere una Miciomaa ed ero contenta lo stesso.

Annunci

10 pensieri su “Oggi è la Giornata Mondiale della Sindrome di Down

  1. mammapiky

    Ho fatto l'amniocentesi sia per Cestìno che per questa seconda gravidanza l'ho fatta come si fa un esame di routine, visto che avevo passato per entrambi i 35 anni, età considerata a limite. Ma dei risultati non mi sono mai preoccupata più di tanto, perché per me io già ero mamma e così sarebbe stato.

    Mi piace

    Rispondi
  2. Mariangela Circosta

    Bravissima, complimenti per questo meraviglioso post! Anche io sono rimasta incinta a 38 anni e il mio ginecologo quando ha visto che armata di fede non ho voluto fare nessuno di questi controlli, mi ha fatto i complimenti. I figli sono un dono! Il mio
    Alessandro e' nato alla ventottesima settimana di gestazione, ancora a distanza di 8 anni stiamo facendo terapie motorie per qualche problemino ma la gioia e' immensa! Corro a trovare l'altra amica

    Mi piace

    Rispondi
  3. Moky

    Mariangela la mia ginecologa mi ha sostenuto in questa mia scelta, mi ha detto Brava! Te l'ho mai detto che il tuo bimbo si chiama come mio fratello? Hanno un bel carattere forte coloro che portano questo nome.

    Mi piace

    Rispondi
  4. Francesca

    Sicuramente l'accettare di avere un figlio con tre cromosomi e imparare a viverlo così bene come fa la cara Antonella e' da persone fantastiche. Come anche nn voler fare esami come te..grazie per essere passata da me e aver lasciato quel bel commento..ora nn ti mollo più!!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...