Eligio S. I giorni della ruota * Guido Sgardoli * Giunti

Il libro è ambientato a Venezia ai primi del novecento, il luogo in cui si svolgono gran parte delle vicende è lo Spedale della Pietà, (scritto proprio così), un luogo diretto da suore che accoglieva i bambini abbandonati. Le suore crescevano i bimbi abbandonati, cercavno loro una famiglia, una casa, e per chi non la trovavano, cercavano di insegnare loro un mestierere, per renderli autonomi. Questa è la storia di Rosapineta, che una notte di nascosto, fa compagnia a Speranza al turno della Ruota, dove venivano deposti i bimbi abbandonati.
Quella notte arriva Eligio, un bimbo biondissimo con un difetto alla gambina, la mamma, una donna della Venezia-bene dell’epoca resta incinta e il padre la caccia di casa. Maria si vede costretta ad abbandonare il piccolo per assicurargli un futuro. Rosapineta si affeziona subito ad Eligio e lo accoglie come un fratello, se ne prende cura, gli vuole un gran bene. Un giorno però si presenta allo Spedale della Pietà un uomo senza un braccio che dice di essere suo padre, ma sembra un losco individuo. Comincerà per Eligio una vita travigliata, ma…
Non vi racconto altro, dovete leggere il libro per sapere cosa è successo ad Eligio, a Maria e a Rosapineta.
Un libro ben scritto, ben articolato e con una storia avvincente.
Vi ritroverete in una Venezia dell’ inizio del secolo scorso, diversa da come la vediamo noi oggi.
Buona lettura.
Curiosità:
Voi lo sapevate che nel 1902 il campanile in Piazza S. Marco era crollato???

Questo post partecipa al Venerdì del libro

Eligio S. I giorni della Ruota (Extra)

Annunci

8 pensieri su “Eligio S. I giorni della ruota * Guido Sgardoli * Giunti

  1. Lumi

    Non sono mamma ma una mamma è anche una donna, per cui mi iscrivo al tuo blog 🙂 interessante quando tratti di femminicidio e cose relative al web oltre che di libri che adoro! Poi chissà, più avanti può essere utile con l'arrivo di un pargoletto… un saluto!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...