Colpa delle stelle * John Green * Rizzoli

Quando ho scelto questo libro in biblioteca, ho letto la prefazione, sapevo che parlava di malattia, ma nel momento in cui ho iniziato a leggerlo ho trattenuto il fiato, dalla prima pagina all’ultima e ho anche pianto.

E’ un libro commovente, ma spaventosamente vero. Offre uno spaccato di vita in un mondo che ho visto, che ho vissuto e da cui ne sono uscita quasi indenne, almeno credo, almeno spero.
Hazel è una ragazzina di 16 anni a cui hanno trovato un cancro alla tiroide, per chi mi conosce sa che è lo stesso carcinoma che ho avuto io, ma la sua metastasi si è diramata nei polmoni, creando molti problemi respiratori e un cambiamento nella sua vita di ragazzina. I genitori obbligano Hazel a frequentare un gruppo di supporto, frequentato da ragazzini tutti colpiti da una qualche forma tumorale, qualcuno ogni tanto si ferma per strada, qui Hazel conosce Augustus, sarà l’inizio di una nuova amicizia, di nuove esperienze, di nuove lotte.
Leggetelo, Hazel e Augustus vi entreranno nel cuore.

Colpa delle stelle

Con questo libro partecipo al “Venerdì del libro” di Homemademamma.

Ritrae la morte in modo sincero. E’ così che si muore, nel mezzo della vita, nel mezzo di una frase.
In altalena non conta quante volte ci si spinge, non conta quanto in alto si sale, non si potrà mai fare tutto il giro.
Alcuni turisti pensano che Amsterdam sia la città del peccato, ma in realtà è la città della libertà. E nella libertà la maggior parte della gente vede il peccato.
Advertisements

9 pensieri su “Colpa delle stelle * John Green * Rizzoli

  1. Lumi

    Ottima scelta, un libro che insegna molto. Due ragazzini praticamente condannati a morte che vogliono vivere e si aggrappano a qualunque cosa per farlo lascia davvero spiazzati, una grande lezione di vita per noi povere 'vittime' della routine quotidiana: dopo aver letto questo libro non lo si pensa più!

    Mi piace

    Rispondi
  2. lu v

    Grazie per il suggerimento.. non credo che avrei mai cuore di leggerlo. Specialmente in questo periodo in cui sono già un po', diciamo provata… ecco.. penso che ne morirei…

    Mi piace

    Rispondi
  3. maris

    Non lo conoscevo, deve essere intenso davvero. Immagino quanto effetto abbia avuto su di te, che hai vissuto sulla tua pelle la malattia pur se per fortuna in modo meno devastante.
    Devo essere in vena per leggerlo, però, se no conoscendom mi sento male e adesso come adesso non so se è il caso.

    Mi piace

    Rispondi
  4. Stefania

    Devo dire che sei stata molto forte nell'affrontare una lettura così, visti i tuoi precedenti. Io ero sul punto di comprarlo in occasione dell'ultima tappa in biblioteca poi mi sono trattenuta perchè ho talmente tanti libri in lista d'attesa che mi sono imposta di rallentare con le compere, per un po'… Molto bella anche la copertina, mi ero lasciata attirare dall'immagine…

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...