Le vite impossibili di Greta Wells di Andrew Sean Greer

Quando era bambina, signora, era questa la donna che lei sognava di diventare?greta weels

Siamo nel 1985, Greta perde suo fratello Felix. Il dolore è talmente  profondo che Greta cade in una prostrazione che sembra non avere fine. Decide di sottoporsi all’elettroshock, ma la terapia ha un efffetto collaterale insolito e il suo viaggio ha inizio. Greta si ritrova a vivere nel 1918, successivamente anche nel 1941, oltre che ovviamente nel 1985, sempre nei panni di Greta. Accanto a lei ci sono le stesse persone, ma in condizioni diverse, anche se molto somiglianti. Al termine della cura psichiatrica Greta dovrà decidere in che epoca fermarsi, quale vita vivere. Il libro di per sè è ben scritto, la storia è anche originale, ma non mi ha catturato, non mi è piaciuta molto. Il fatto che lei si ritrovi a vivere la stessa vita, nonostante i salti temporali non mi ha entusiasmato.

Le vite impossibili di Greta Wells

Con questo post partecipo al Venerdì del libro. 

Svegliarsi ogni mattina come se le cose fossero andate in modo diverso – con i morti che rivivono, quel che è perduto restituito, i nostri cari tra le braccia. E’ forse più folle dell’ordinaria follia della speranza?

Annunci

12 pensieri su “Le vite impossibili di Greta Wells di Andrew Sean Greer

  1. maris

    I libri che parlano di vite parallele o viaggi nel tempo di norma mi piacciono ma può capitare che una storia non catturi del tutto l’attenzione. Questo libro a dire il vero non lo conosco, mi segno il titolo. Potrei farci un pensiero!
    Buon fine settimana 🙂

    Mi piace

    Rispondi
    1. Sempre Mamma Autore articolo

      Non è brutto, ma un po’ banale. Avrei preferito che la protagonista vivesse esperienze diverse, con persone diverse, in un ambiente totalmente diverso. Era una mia aspettativa, magari errata

      Mi piace

      Rispondi
  2. Pingback: Venerdi' del libro: Domande di Jostei Gaarder |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...