La bambina che salvava i libri di Markus Zusak

www.inmondadori.itUn’opportunità conduce direttamente ad un’altra, come un pericolo conduce ad un pericolo maggiore, la vita a più vita, e la morte a più morte. In un certo senso, era destino.

E’ il 1939, lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale è alle porte, la mamma di Liesel, comunista, rimasta vedova, non riuscendo più a sfamare i suoi bambini ,prevedendo di essere arrestata e deportata, li affida ad una famiglia tedesca. Durante il viaggio della speranza il fratellino di Liesel muore di influenza. Il funerale avviene frettolosamente non appena il treno si ferma alla stazione, sotto lo sguardo attonito di Liesel.  Vicino alla tomba del fratellino, in mezzo alla neve, Liesel scorge un libro,  lo raccoglie e lo nasconde, anche se non sa nemmeno leggere. Sarà il primo libro di una serie.

Inizia per Liesel una nuova vita, a nove anni si ritrova con una nuova mamma, scorbutica e scontrosa, un nuovo papà dall’animo gentile e premuroso, che le insegnarà a leggere e conoscerà Rudy,  sarà il suo compagno di avventure.

Una notte i tedeschi organizzano in piazza un rogo, bruceranno migliaia di libri, libri considerati dai nazisti contrari allo spirito tedesco. Liesel partecipa al falò, ma vedere tutti queli libri bruciare le strazia il cuore, così, credendo di non esser vista, ne sottrae uno alla fiamme. Inizierà poi ad intrudursi di nascosto nella casa del sindaco, che ha una biblioteca fornitissima, per rubare, ma…..

Per sapere come continua dovete leggere il libro.

Leggo molti libri che hanno come tema principale la Seconda Guerra Mondiale e i suoi orrori, ma di questo non ne avevo sentito parlare, se non per l’uscita del film. Mi è piaciuto molto questo libro, perchè mi riconosco in questa bambina che ama i libri. Penso che se mi fossi trovata in una situazione simile avrei agito nello stesso modo.

Il libro è ben scritto, la storia è avvincente e mai banale. I personaggi sono stati ben caratterizzati.

Con questo libro partecipo al Venerdì del libro.

Storia di una ladra di libri

 

La vita era mutata nel modo più drammatico, ma era indispensabile comportarsi come se nulla fosse accaduto. Immaginati di sorridere dopo un ceffone; poi pensa di farlo ventiquattro ore al giorno.

Annunci

6 pensieri su “La bambina che salvava i libri di Markus Zusak

  1. Emanuela

    Ero già ispirata da questo libro, anche se di solito aspetto che cali l’attenzione sui “casi letterari” prima di affrontarli di persona. Stavolta credo che farò un’accezione! Grazie di avercelo segnalato.

    Mi piace

    Rispondi
  2. Pingback: Venerdi' del libro: Le luci nelle case degli altri |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...