Vita da commessa: profumi e puzze

Avere a che fare con il pubblico non è semplice, lo sapete, la gente è variegata, un po’ come i colori, danno risposte maleducate, si mostrano indispettite anche quando non dovrebbero, fanno domande strane, stranissime e….. a volte profumano, altre puzzano. profumo

Premetto che io ho un olfatto molto sensibile, sento molti gli odori, di qualsiasi genere e li distinguo. In negozio entrano molte persone superprofumate, perlopiù son donne, alcuni sono buoni profumi, altri meno, odio i muschiati, è un odore che mi infastidisce proprio e cerco di respirare con la bocca o sto in apnea. Adesso che ci penso potrei fare anche delle gare, ho sviluppato una certa autonomia senza respirare.

Se una persona ha cucinato il sugo, lo capisco, se ha mangiato fritto di pesce, anche, se ha mangiato minestrone pure, anche se qualcuno arriva con il cibo d’asporto in negozio lo sento immediatamente e in certi orari posso diventare pericolosa, ho una fame boia.

Un altro odore che non sopporto proprio è quello di fumo stantito, davvero orribile, non so cosa ci sia di peggio, posso accettare l’odore di fumo, ma gli abiti impregnati di fumo vecchio mandano un olezzo nauseabondo. Possibile che non lo sentano?

L’odore di sudore è un altro odore che sento spesso. Per carità può capitare che uno sudi, magari è in giro da tutto il giorno e il deodorante non fa più effetto, lo capisco, ma l’odore di sudore vecchio è insostenibile, sa proprio di sporco, di trascurato.

Questa introduzione per dire che ieri un signore,  mentre facevo lo scontrino, pensando di non essere visto, si annusava le ascelle tutto preoccupato e l’ha fatto più volte. Non puzzava poverino, ma lui era a disagio e si vedeva. Volevo quasi dirglielo, di star tranquillo, ma non credo che avrebbe accolto il mio commento in modo positivo.

Annunci

8 pensieri su “Vita da commessa: profumi e puzze

  1. ero Lucy

    Anche io, sono nota come La signora delle puzze. Quella di sigaretta è terrificante, ma un’altra che odio è quella di bucce di arance in in ambiente chiuso – tipo in ufficio o scompartimento del treno.

    Mi piace

    Rispondi
  2. Silvia Fanio

    Conosco una ragazza che ha problemi di sudorazione. Poverina, è sempre li che si lava, usa deodoranti, va dal dermatologo, ma non riesce a risolvere il problema. Vive la situazione con ansia. Noi abbiamo imparato a convivere col suo odore, che però è terribile.
    Ecco.
    Persone come lei sono scusate. Non è colpa loro.

    La gente con l’allergia al lavandino, no, assolutamente no.

    Non è un problema se vai in giro vestito in modo modesto, con abiti vecchi. Se sei pulito, va bene tutto.
    Ho incontrato persone vestite con abiti costosissimi e che puzzavano infinitamente. Terribile!

    Mi piace

    Rispondi
    1. Sempre Mamma Autore articolo

      Poverina quella ragazza, magari dipende dall’alimentazione. Mia cognata mangiava spesso aglio per purificarsi, diceva lei, ma puzzava da morire, tolto quello, tolta la puzza terribile.

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...