Un caffè tra donne

Ho scritto questo post mentalmente decine e decine di volte, è da un po’ che mi gira nella testa, ora che ho loamicizia schermo di fronte, le parole mi si accavallano e non riesco a scrivere una frase che non risulti lagnosa. Il fatto è che raramente ho l’opportunità di prendermi un caffè e perdermi in chiacchere in compagnia di qualcuna e ultimamente questa cosa mi pesa parecchio. Ecco, l’ho scritto.

Lavoro 3/4 giorni la settimana a tempo pieno, esco alle 8 e rientro alle 23, sono gli unici giorni in cui vedo persone e sono anche gli unici giorni in cui ho la possibilità di scambiare due chiacchere con una mia simile, in quanto donna, la mia amica/collega vicina di negozio. Le nostre sono chiacchere rubate tra un cliente e l’altro, o fatte durante i tempi morti, quando capita che non ci sia nessuno in giro e il tempo sembra dilatarsi.

Ho diverse amiche, ogni tanto passano in negozio a darmi in saluto, ma sempre di fretta e sempre con i clienti intorno, non capita mai di trovarci al di fuori di questo contesto, per problemi di tempo e logistici. Quando sono a casa difficilmente mi capita di veder qualcuno, a volte incontro le altre mamme se vado a prendere Miciomao a scuola, ma son sempre tutte di corsa, chi deve portare il bambino a basket, chi a ciclismo, chi a calcio, chi a musica, quindi me ne tornoa  casa avendo solo pronunciato qualche frase di circostanza.

Il mio whatsapp è sempre silenzioso, gli unici messaggi che mi arrivano sono di marito e MrD. A volte scrivo a una o all’altra, ma mi rispondono dopo ore, o lo tengono disattivato o non hanno connessione o mi ignorano, non so. In compenso ricevo un sacco di cagate, le catene di S. Antonio, che non sopporto, sarebbe meglio un “Ciao come stai? Ci vediamo per un caffè?”.

Un tempo mi sentivo spesso con un’amica, lunghe telefonate a parlare di tutto e di niente, poi ho tolto il fisso da casa e ora se ci sentiamo un giorno la settimana di corsa è già tanto, le faccio consumare troppo minuti, che deve conservare per le altre amiche con cui si trova giornalmente, testuali parole.

Se partissi domani e mi trasferissi dall’altra parte del mondo non mancherei a nessuna amica, forse alla collega, ma per il resto non credo che si accorgerebbero nemmeno che manco. Lo so, è brutto a dirsi, ma è così. Vorrei poter avere qualcuno con cui condividere del tempo, un caffè con le gambe sotto il tavolo, chiacchere leggere o confidenze, qualcuno da ascoltare, io amo ascoltare o qualcuno che mi ascolti, anche se ho poco nulla da raccontare.

Forse è per questo che scrivo, per rienpire questo vuoto.

Annunci

21 pensieri su “Un caffè tra donne

  1. Lucia Malanotteno

    Quanto ti capisco! La cosa più bella della nascita del secondo genirto, a parte la sua nascita, è che ho avuto modo di parlare con amiche che non sentivo da troppo tempo!
    Ps io purr rispondo dopo ore, ma perché non mi accorgo!

    Mi piace

    Rispondi
  2. Silvia Fanio

    Condivido in pieno quello che dici sulle maledettissime catene di S.Antonio. Perché tutta quella pappardella piena di frasi stucchevoli, scontate, smelense e inutili, invece di un genuino “ciao, come stai?”
    Per non parlare delle chat su whatsapp: le mie amiche usano la chat per discutere di qualsiasi cosa e ogni volta finiamo per litigare. Questa cosa mi logora, perché preferirei trovarmi di persona, dove al linguaggio scritto si unisce la mimica e il linguaggio non verbale e gli equivoci diventano meno insidiosi, ci si arrabbia di meno, si è più diretti e chiari.
    Le amicizie, quando nascono i bambini, iniziano a sfilacciarsi.
    Succede anche a me. È inevitabile, forse.
    Ognuna è presa dai suoi ritmi, dalle sue routine, ha poco tempo per sè e forse per stanchezza, forse per pigrizia, si perdono i rapporti.

    Poi inizi a sentirti sola, e ti chiedi che dovresti fare per recuperare i rapporti. Ti chiedi dove sbagli, come cambiare rotta.
    Credo che sia anche colpa della digitalizzazione. Tutto diviene virtuale.
    Abbiamo perso la spontaneità.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Sempre Mamma Autore articolo

      Siamo tutte concentrate a incasterare impegni di famiglia, lavoro, spesa ecc che ci resta poco tempo per coltivare le amicizie, che invece fanno bene al cuore e rendono meno pesanti i problemi

      Mi piace

      Rispondi
  3. momfrancesca

    Sembra superficiale ma in realtà è un bel problema. Anche il fatto di usare spesso le tecnologie, ci dà un senso di vicinanza a tutto il mondo (il che è potenzialmente vero) ma nella realtà si è da soli dietro uno schermo, pc o smartphone o tablet che si voglia. Ma, già che i rapporti sono risicati, che almeno siano sinceri 🙂
    Ti mando un abbraccio 😊

    Mi piace

    Rispondi
  4. sandraellery

    Caspita mi spiace un sacco. A parte che uscire alle 8 e rientrare alle 23? Scusa è così o magari hai scritto male? (Non per dubitare scusa davvero scusa ma che orario è? O hai tanta strada da fare?)
    Dicevo io sono stata molto molto molto sola quando ero single, ora è ok davvero, ma so cosa si prova, vorresti parlare di problemi esistenziali, sfogarti, ma anche dire due scemate, pettegolezzi su una cantante per dire, o commentare un libro, parlare dietro a qualcuno 😀 😀 😀 o farti consigliare un qualcosa, una ricetta. L’unica cosa che posso dirti di più approfondito è di scrivermi una mail se ti va, e non so dove abiti, ma se non sei troppo lontana da Milano o ci capiti fatti viva, di cuore. Un bacione.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Sempre Mamma Autore articolo

      Per andare al lavoro ci metto 50 minuti, non è che sia lontanissima, ma lavorando a giorni alterni riesco a gestire meglio la famiglia, anche se sembra strano.
      Io abito a poco più di un’ora da Milano, ma il mio problema è che quando sono a casa dal lavoro sono spessissimo senza macchina, quindi non posso nemmeno spostarmi.
      Grazie per la tua disponibilità

      Mi piace

      Rispondi
  5. Claudia

    Ti capisco! Capita anche a me di passare giornate senza sentire nessuno che non sia il mio fidanzato la sera… E in quei giorni comincio a tampinare tutte le mie amiche di messaggi, finche’ qualcuno non mi risponde… Di solito il giorno dopo, quando non ho piu’ voglia di parlare!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...