Archivi categoria: Blog

Lascia un segno

Una volta leggevo tanti blog, ci perdevo ore, ora ho scremato parecchio, ne leggo solo alcuni. Molti li ho persi per strada, altri si son persi da soli. like Continua a leggere

Annunci

Blog che seguo e non vorrei seguire più

Io seguo diversi blog, ma ultimamente mi è capitata una cosa strana.
Un blog che seguivo, “La donna che sono“, improvvisamente ha cambiato configurazione, ora è diventato tutt’altra cosa, è in inglese e si occupa di film, se non sbaglio puoi vederli in streaming.

Non mi piace questa cosa, ma so che ormai succede spesso.
In Fb capita che sei iscritto ad una pagina di cucina, ma viene assorbita da qualcun altro e ti ritrovi in una pagina che tratta un argomento che non ti interessa. Li è semplice, non lo segui più e la cosa è fatta.
Vorrei cancellarmi da questa pagina, ma non riesco.
Suggerimenti? A voi è mai capitato?

Aggiunta:
Sono andata sulla rotellina a destra dell’elenco dei blog che seguo e sono riuscita a cancellarmi, però non trovo giusto che se sono iscritta ad un blog, poi diventi qualcos’altro. 

Un fiocco d’onore per me, o meglio, per il mio blog

Oggi ho ricevuto questo riconoscimento da Elisabetta del blog Betty Post New York. Sinceramente non avevo mai letto questo blog e quindi mi son chiesta: “Ma questa chi è?”, non proprio con queste parole, sono un po’ sboccata ultimamente, scusate.

Sono andata a curiosare, ho iniziato a leggere e lo trovo davvero carino, quindi accetto questo riconoscimento, un fiocco d’onore che viene conferito (che parolona) a blog eclettici (lo sono?) o blog che ispirano simpatia (meno male), insomma i blog migliori (wella).
Questi riconoscimenti, come anche i premi vari che circolano nei blog, sono un’occasione per conoscere nuove blogger, nuovi post, nuove avventure.
Mi sento onorata e ringrazio davvero Elisabetta.

Il gioco di Primavera di Cenerella

Grazie al blog Se avessi tempo ho conosciuto Oh mamma e il GIOCO DI PRIMAVERA DI CENERELLA. Che cos’è? Dobbiamo tirar fuori dal cassetto i nostri vecchi sogni, dargli aria e magari, se possibile, cercare di realizzarli. Ci sono sogni differenti, ci sono sogni che ci portiamo appresso da molto tempo, ci sono sogni che si realizzano, che si realizzeranno e ci sono sogni che resteranno tali per sempre, ma non per questo valgono meno di altri.
Le categorie sono quattro:


– Sogni di bambina: ho sempre sognato essere Bia la sfida della magia o di diventarlo, qualcuno di voi la conosce? Cavoli faceva di quelle cose che mi piacevano un sacco, senza sforzi, bastava che allungasse il braccio e con quel ditino faceva qualsiasi cosa. A volte mi concentravo intensamente per riuscire a spostare un oggetto, ma ovviamente non succedeva nulla, ci restavo male.
– Sogni realizzabili con molto lavoro: mi piacerebbe scrivere un libro, ma non un semplice libro, un bestsellers, un libro che arrivi primo in classifica e ci resti per mesi. Lo so è irrealizzabile, ma quando sogno, sogno alla grande!
– Sogni mostruosamente proibiti: vorrei poter tornare indietro nel tempo e cambiare qualcosina, non commettere qualche errore, non dire qualche frase, non fare qualche azione, ma tutto cambierebbe e oggi non sarei e non avrei quello che ho oggi, quindi non so nemmeno se questo sia giusto.
– Sogni impossibili: vivere serena e felice. In questo mondo è impossibile, i problemi ti aspettano sempre come metti giù il piede dal letto, a volte ancor prima di aprire gli occhi.

E voi che sogni avete?

Quando una mamma entra in sciopero, ecco cosa succede….

Jessica è una madre di tre figli, due gemelle di 12 anni, una di 10 anni, tutto ha inizio un fine settimana fitto di impegni e commissioni da svolgere, di figlie da accompagnare alle varie attività sportive, con il marito via per giocare a golf. Alla fine della giornata Jessica finalmente si siede e nota attorno a sè un disordine assoluto. Con l’appoggio del marito decide così di entrare in sciopero, smette di lavare, stendere, stirare, pulire, riordinare, insomma qualsiasi cosa che serve per avere una casa ben pulita e in ordine.
Jessica Stilwell ha raccontato la sua odissea a lieto fine in un blog, Striking Mom. Ha documentato con foto i cambiamenti dell’ambiente domestico, direi che sono notevoli….

Le ragazzine inizialmente non si accorgono di nulla, ma finalmente dopo tre giorni, cominciano a capire che qualcosa non và, ma le ragazzine hanno ceduto solo al sesto giorno, quando ormai la casa era irriconoscibile. Sono seguiti due giorni intensi di pulizie per riportare la casa al suo ordine originario.
La lezione è servita, le ragazzine ora sono un po’ più ordinate.
La riflessione di Jessica dopo questa avventura è la seguente:

Molto spesso non ho voglia di discutere, e quindi mi sembra più semplice e veloce fare da sola quello che potrebbero – e dovrebbero – fare loro. Ma mi sono resa conto che così non le stavo educando. Temo che stiamo allevando una generazione di persone con l’attitudine a chiedere agli altri “Cosa farai per me?”

Ecco le foto pubblicate su Huffingtonpost. da paura!!!
Voi siete mai scese in sciopero o avete pensato di farlo? Secondo voi i vostri figli lascerebbero che succedesse un tale scempio?
A casa mia succederebbe di sicuro!!!

Foto: Jessica Stilwell via The Huffington Post
Foto: Jessica Stilwell via The Huffington Post

Che cosa è un Blog Hop?

Mi sono iscritta in Fb in un gruppo che trovo molto interessante: Professione blogger. 
Oggi una ragazza ha fatto una domanda sul Blog Hop, al che io mi sono domandata cosa fosse, così come mio solito, mi sono messa alla ricerca di una risposta esauriente, che spiegasse bene cosa fosse questa iniziativa. Devo dire che non è stato facile trovare una spiegazione esauriente, anche perchè essendo un’iniziativa americana, loro hanno regole differenti rispetto a noi.

L’iniziativa viene lanciata da un blog, sceglie un tema, scrive un post e crea un widget, chiamato linky, che consente ai blogger di aggiungere il proprio blog a un elenco. L’elenco può essere su più siti o potrebbe essere solo sul sito del blogger
I  blogger che vogliono aderire al Blog Hop, a loro volta scrivono un post e aggiungono il bannerino che è stato creato, di modo che si sappia che stanno partecipando a questa iniziativa. Ovviamente il blog che ha lanciato l’iniziativa si fa carico di aggiornare l’elenco dei blog che vi partecipano e così anche gli altri blogger, se credono. Chi partecipa al Blog Hop, dovrebbe leggere i post che i vari blogger scrivono e lasciare un commento, possibilmente sensato e non frettoloso, questo consente al blogger di sapere che lo si sta seguendo. E’ buona regola non chiedere ai blogger di visiatre il tuo sito, di seguirti, tutto deve essere spontaneo.
I Blog Hop possono durare alcuni giorni, un fine settimana, più settimane, non c’è una vera regola.
E’ un ottimo modo per conoscere altri blog, che trattano i tuoi stessi argomenti.
Non so se mi sono spiegata bene, spero di avere correttamente riportato ciò che ho trovato in rete e ho cercato di capire.
Se qualcuno ha qualcosa da aggiungere lo faccia pure nei commenti.
Se qualcuno ha dei Blog Hop da proporre lo faccia nei commenti!!!

Traduttore da aggiungere al vostro Blog

Ho cercato di inserire al lato del mio blog il traduttore di Google, ma non ci sono proprio riuscita. Accetto consigli!!!
Sarà forse perchè non è di tipo dinamico? Non so propio, ma ho provato svariate volte e non mi compare nulla, così mi sono messa alla ricerca e ho trovato in internet, precisamente QUI, un traduttore simultaneo nelle lingue principali, con tanto di bandierine!!!
Se volete inserirlo nel vostro blog, non vi resta che copiare il codice, che troverete nella pagina di Genial Factory, in un modulo Html/Javascript .
Quello che vi comparirà sarà questo:

Translate Italian to EnglishTranslate Italian to GermanTranslate Italian to FrenchTranslate Italian to PortugueseTranslate Italian to SpanishTranslate Italian to Russian
gadGet by genialFactory

Ho trovato anche un’altra pagina che ha più bandierine, quindi più lingue in cui tradurre il vostro blog, guardate QUI, troverete il codice Htlm/Javascript.
Tra l’altro in questo blog vi sono anche molte widget carini da aggiungere, vi consiglio di darci un’occhiata.
Il widget che comparirà nel vostro blog è questo:

Non si sa mai, che capiti qualcuno che non sa leggere l’italiano….

Il mio primo premio

Leggo con assiduità il Blog di The Pocket Mama, infatti non è la prima volta che lo cito nel mio Blog. Stamattina leggo il suo post e cosa ci trovo? Mi ha assegnato un premio!!! Che bello!!! Grazie mille!!!

Secondo le regole, devo dire 7 cose su di me, (questo non è facile):

1- Sono molto solare, me lo dicon tutti!
2- Sono piuttosto ansiosa, soprattutto se sto aspettando qualcuno!!
3- Mi piace molto parlare con le persone, dovevo fare la psicologa!
4- Sono affettuosa, moooolto affettuosa, forse troppo!!!
5- Sono realista, quasi pessimista, ho i piedi ben piantati per terra, forse son quasi sotto, ahahahah!!
6- Ho mille paure, direi quasi fobie, ma mi piace affrontarle e superarle
7- Sono molto ironica, mi piace scherzare e ho sempre la battuta pronta.

L’altra regola è passare il premio ad altri Blog che leggo:

Speriamo che sia femmina ma va bene anche maschio
La Bionda Prof
La casa nella Prateria
La voce delle mamme
Mamma Piky…non solo mamma

Ne avrei molti altri, che leggo con assiduità, ma mi fermo qui, non vogliatemene!!!

Per qualcuno potrebbe essere un premio di poco valore questo, per me no, per me vuol dire che qualcuno mi legge, che qualcuno ritiene che ciò che scrivo sia interessante. Ripeto ancora GRAZIE!!!!

Maru, il gatto più cliccato di Youtube

Si chiama Maru che in Giapponese vuol dire Tondo. In effetti il muso del gatto Maru, la star del web, è rotondo e paffuto.
Maru, uno Scottish Fold maschio imbranato ed in evidente sovrappeso, in realtà non fa nulla di particolarmente eclatante.
Maru fa le solite cose da gatto, solamente in modo più lento e goffo di un gatto normale.  Dorme,gioca coi gomitoli di filo,entra ed esce dalle scatole o rimane incastrato nelle scatole. Quando vede una scatola Maru ci si lancia dentro e dove possibile se ne va in giro inscatolato. Si inscatola in buste e box di tutte le dimensioni. Ama l’acqua e sa rendersi ridicolo anche nella vasca da bagno. Nonostante ciò, miglia di persone seguono ogni sua mossa tramite gli aggiornamenti sul suo sito web.
Queste sue propensioni hanno portato i genitori umani di Maru ad aprire un suo blog. Era il lontano 2007 e Maru non era ancora nessuno, ma dalla sua prima apparizione su Youtube la faccenda però è cambiata radicalmente. La voce si è sparsa e al canale Youtube di Mugumogu si sono iscritte, ad oggi, oltre 230679 persone. E da lì è stato un crescendo. I suoi video sono stati guardati da ben 172578007 di persone…un numero notevole per un gattone cicciotto!!!
Nel 2009 i suoi genitori umani hanno scritto un libro e pubblicato un DVD in Inglese e in Giapponese. Maru è stato ospite di programmi televisivi in tutto il mondo e citato dal New York Times, insomma è diventato una star.
Lo potete trovare anche in Twitter e in Fb, credo che sia quello vero, ci sono diversi cloni…
 

<!– –>

Widget di Twitter per mostrare tutti i tweet sul tuo blog

In molti blog ho visto uno spazio che mostra i nostri ultimi tweet postati su Twitter. Si tratta di un widget ufficiale che può essere configurato direttamente nella pagina apposita di Twitter.
Lo volevo anch’io a tutti i costi, così girando nel web ho trovato un sito che lo spiega benissimo e lo giro a tutti voi. Seguite passo passo la spiegazione e vedrete che funziona.

Si accede al Widget del tuo Profilo e, se siamo loggati su Twitter, si vedrà il nostro username già inserito nell’apposito campo del Nome Utente

widget-profilo-twitter

Ci sono le quattro schede Impostazioni, Preferenze, Aspetto e Dimensioni in cui si possono personalizzare molti parametri del widget. Su Preferenze per esempio si può scegliere di inserire la barra di scorrimento, il tempo di visualizzazione dei tweet e il loro numero

configurazione-widget-profilo-twitter

Su Aspetto si scelgono i colori dei vari elementi mentre su Dimensioni si può scegliere la larghezza del widget oppure selezionare “larghezza automatica” per adattarlo alla dimensione della sidebar in cui verrà inserito. Si va su Prova Impostazioni per visualizzare l’anteprima del gadget e su Concludi e Ottieni il codice per avere l’HTML e lo script da incollare nel blog

Si va infine su Layout > Aggiungi un gadget > HTML/Javascript e si incolla il codice in Sezioni del sito.

Che dite, vi è stato utile quest post??