Archivi categoria: Divisori per Blog

Ti consiglio un libro: Moonlight Mile di Dennis Lehane edito da Piemme

Patrick Kenzie viene svegliato nel cuore della notte da una telefonata. E’ una donna, una voce dal passato, gli chiede di ritrovare Amanda, è nuovamente scomparsa. Patrick inizia così la sua ricerca, glielo deve alla zia di Amanda. Dodici anni prima l’aveva riportata alla mamma, che grosso errore, una donna deprecabile, che non ha fatto altro che drogarsi e bere nella sua vita e vivere ai margini della società, trascinando con sè la figlioletta Amanda. Amanda ora ha 17 anni, una stidentessa modello, dal carattere forte, è nuovamnete sparita nel nulla. L’hanno di nuovo rapita o se n’è andata di sua spontanea volontà?
Perchè poi? Patrick seguendo le sue tracce si imbatte nella mafia russa, in pestaggi, in omicidi, in inseguimenti e nel mercato dei bimbi, venduti a ricchi personaggi. Un libro ben scritto, con una trama che regge fino alla fine. L’unico neo, ma questo è un mio pensiero personale, sembra scritto appositamente per trarne un film, battute spiritose, colpi di scena al momento giusto, molti dialoghi diretti. E’ anche vero che dai libri di questo scrittore ne hanno fatti di film, quindi il suo modo di scrivere è poco romanzato, non so se mi spiego. Comunque val la pena leggerlo.

                                         

A ogni atto di violenza segue sempre una rappresaglia. Fai male a qualcuno, e quel male ti tornerà indietro.
Come fai a rassegnarti alla mediocrità? Come fai ad accettare di arrivare sempre tra gli ultimi in tutte le gare della vita?
Mi piace quello che non si può riparare se si rompe. Che non si può sostiutire se và smarrito.

Le donne che hanno cambiato la storia

Ogni donna nel suo piccolo può cambiare la storia, non nel senso generale del termine, ma magari la sua storia, il suo percorso, facendo delle scelte, invece che altre, imponendo la propia idea o semplicemnte cercando di viere al meglio la propia vita.
Ci son donne però, che hanno cambiato veramente il corso della storia, donne che grazie alle loro scoperte, ai loro studi, al loro operato hanno dato una svolta alla loro vita, ma anche alla nostra.
Vi sono nella storia anche molte donne italiane che hanno dato un notevole contributo a questo cambiamento e di questo ne sono molto fiera, si, perchè per quante se ne dicano, io sono fiera di essere una donna italiana.

Vorrei ricordarne alcune che ho nel cuore per diversi motivi, faccio una mia personale classifica:

  1. Le donne perite nell’incendio della fabbrica Triangle, avvenuto a New York il 25 marzo 1911 a seguito della quale vennero varate nuove leggi sulla sicurezza sul lavoro;
  2. Rita Levi Montalcini, una scienziata italiana da Premio Nobel per la medicina nel 1986 che ha basato tutta la sua vita sulla ricerca;
  3. Maria Montessori, la prima donna medico dopo l’unità d’Italia, i suoi metodi di insegnamento ai fanciulli sono innovativi e tutt’ora attualissimi;
  4. Madre Teresa di Calcutta, una piccola suora al servizio dei poveri di Calcutta. Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979. I suoi scritti sono fonte di meditazione;
  5. Marie Curie, una grande donna di scienza. Vinse il Premio Nobel per la fisica nel 1903 e per la chimica nel 1911.
  6. Giovanna d’Arco, guidò vittoriosamente le armate francesi contro quelle inglesi, contribuendo a risollevarne le sorti durante la guerra dei cent’anni. Fu messa al rogo.
  7. Tina Lagostena Bassi, nota nei tribunali italiani come uno dei principali e più agguerriti avvocati per la difesa dei diritti delle donne. Io l’ho conosciuta grazie a Forum.
  8. Maria Goretti, vittima di femminicidio a seguito di un tentativo di stupro a cui lei si è opposta con la vita;
  9. Alda Merini, poetessa, aforista e scrittrice italiana. Le sue poesie toccano l’anima. Ha una vita molto difficile e controversa, finì anche in manicomio. Io l’ho conosciuta grazie al Maurizio Costanzo Show.
  10. Cenerentola, perchè mi ha fatto credere che l’amore trionfa e anche la giustizia.

Ce ne sono molte altre, ma non finirei più di scivere.
Quali sono le donne che hanno segnato la vostra storia? Scrivete un post, diamo spazio a queste donne straordinarie, che ci hanno facilitato la vita, o comunque ce l’hanno arricchita.
                                                

Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede tale coraggio, una sfida che non annoia mai. Avrai tante cose da intraprendere se nascerai donna. Per incominciare, avrai da batterti per sostenere che se Dio esiste potrebbe anche essere una vecchia coi capelli bianchi o una bella ragazza. Poi avrai da batterti per spiegare che il peccato non nacque il giorno in cui Eva colse la mela: quel giorno nacque una splendida virtù chiamata disubbidienza. Infine avrai da batterti per dimostrare che dentro il tuo corpo liscio e rotondo c’è un’intelligenza che chiede d’essere ascoltata. Oriana Fallaci

Sei una persona paziente?

L’altro giorno stavo guardando la tv con il mio Miciomao, ha 5 anni, il suo cartoon preferito è propio Scooby Doo, che trasmettono su Boing. Non ci stanchiamo mai di guardarlo, anche se rifanno gli stessi episodi decine e decine di volte. Durante un episodio, sento questa frase….


Io non sono per la violenza, ma questo non significa che non sarei capace di strapparti i capelli uno ad uno.

Velma di Scooby Doo






Questa frase mi fa pensare che quando perdi la pazienza, non rispondi più di te, può dire o fare cose che non faresti mai per principio.

La vita purtroppo mette veramente a dura prova la nostra pazienza. I figli, il marito, i colleghi di lavoro, gli imprevisti, i ritardi, ogni cosa che non va come vorremmo, ci fà saltare i nervi.
Dicono che la pazienza vada coltivata, perchè l’impazienza non ci aiuta, anzi, crea molte sofferenze a noi stessi e a chi ci vive accanto.
Al giorno d’oggi avere pazienza è il segreto della felicità?
Non so rispondere, certo se sei una persona paziente, la vita è più facile. 
Noi donne dobbiamo conciliare molteplici attività nell’arco della giornata e vorremmo che tutto venga svolto al meglio, ma poi dobbiamo fare i conti con gli altri e allora perdiamo la calma, non rispondiamo più di noi, ci saltano letteralmente i nervi. Passato il momento nero, siamo mortificato per aver ceduto, per non esserci controllate, per aver mancato i nostri propositi, ma ormai quel che è fatto è fatto.
Sarà per un’altra volta!
Ritenta, sarai più fortunata!!

                       

Essere pazienti ti permette di non incorrere in quegli errori che la maggior parte delle persone fanno.

La pazienza insegna a vincere.

Stephen Littleword,