Archivi categoria: Mondadori

Kif Kif Domani * Faiza Guène * Mondadori

Doria ha quindici anni, è marocchina e vive nella periferia parigina con la madre che è stata abbandonata dal marito, tornato in Marocco per sposare un’altra, una donna più giovane. La mamma fa la cameriera, Doria non va molto bene a scuola. La vita è dura per gli immigrati arabi a Parigi e Doria lo sa. Un’assistente sociale va regolarmente a trovarle, una psicologa riceve Doria ogni lunedì. Eppure Doria non si lascia abbattere, non si cura delle risatine e delle battute sui suoi abiti di seconda o terza mano, si guarda intorno curiosa e disponibile, alle chiacchiere con il bel Hamoudi che poi sposerà Lila, al primo bacio con Nabil, alla vita del quartiere. E la banlieue parigina non è più così squallida nella visione di Doria, c’è un futuro che si apre, perché la mamma impara a leggere e scrivere e trova un altro lavoro. Doria frequenta una scuola per parrucchiere. Doria è solita dire kif kif, che nell’argot francese vuol dire “amare” ma in arabo vuol dire “routine”, fare sempre la stessa cosa, ma ha un siginificato positivo, vuol dire che domani andrà tutto bene.

E’ un libro molto scorrevole, si legge in poco tempo, è leggero, divertente e pungente, come possono esserlo la vita, le sensazioni, i pensieri e i sentimenti di una quindicenne.

C’è chi spera tutta la vita di tornare al paesello. Ma molti non ci tornano che dentro la bara, in aereo, come la merce d’importazione. Certo, ritrovano la loro terra, ma non l’intendevano in senso così letterale…

Mi sarebbe proprio piaciuto nascere maschio. Invece, sono venuta fuori femmina. Una ragazza. Una tipa. Una donna, insomma. Finirò pure per abituarmici.

CUCCIOLO DI MAMMA ANTONELLA CLERICI

Diventare mamma, prendere per la prima volta tra le braccia il proprio cucciolo è una sensazione che non si può descrivere, ma che accomuna tutte le mamme del mondo. Un senso di completezza e di appartenenza per la vita, di amore incondizionato e per sempre. Niente è così definitivo e assoluto come l’amore di una madre per il proprio figlio. La tenerezza si mischia con l’amore in un’altalena di emozioni che si alternano nel corso della crescita del nostro cucciolo. Fino a quando, come il gabbiano Jonathan Livingston, spiccherà il volo verso la sua vita. Quando si innamorerà soffrirà per amore, avrà le prime delusioni, cadrà e si rialzerà, creerà a sua volta una nuova famiglia.
Ma per noi mamme resterà sempre il nostro cucciolo e quando vorrà ci troverà sempre pronte ad aspettarlo e ad accudirlo con lo stesso infinito amore.
Oggi che anch’io sono diventata mamma, capisco cosa significa stringere tra le braccia il proprio cucciolo e sentire che comunque vada, la vita non sarà più la stessa perché si inizia a vivere per qualcuno altro da sé.
Antonella Clerici
Fonte: Mondadori