Archivi categoria: Nato senza Occhi

Marwanijun, il bimbo cinese nato senza occhi forse ha una speranza!

In Cina, nella regione dello Xinjiang, è nato il piccolo Marwanijun con una gravissima malformazione agli occhi. Il bambino è cieco, i suoi bulbi oculari sono completamente coperti da uno strato di pelle, una sorta di palpebra chiusa in maniera permanente.
Un bimbo nato senza occhi è un dolore immenso per i suoi genitori che non possono smettere di sperare che il progresso nell’ambito della medicina possa migliorare la vita del loro  figlio.

I medici hanno tentato di scoprire l’entità della sua patologia,  hanno scoperto che puntando una torcia in uno dei due occhi il bambino riesce a vederla attraverso lo strato di pelle, ha delle reazioni,  dunque vede ma il suo occhio è troppo sensibile per poter essere “liberato” da quella palpebra sempre calata. Sembra, infatti, che il cristallino non si sia formato e dunque una possibile operazione non migliorerebbe la sua situazione.  Ora si spera nell’applicazione di un occhio artificiale che però potrà essere inserito soltanto quando il bambino avrà compiuto 16 anni. L’attesa è dunque lunga e sicuramente costellata di difficoltà.
I bambini però hanno una marcia in più. Soprattutto quando solo piccoli, non sanno di essere in qualche modo particolari, non conoscono il concetto di diversità. Ci danno sempre dimostrazione di grande forza e coraggio, ci offrono emozioni impensabili, soprattutto quando superano una difficoltà che gli adulti ritengono complessa.
Un’altra storia simile è quella di Christian.

Lacey Buchanan e suo figlio Christian, nato senza occhi

Ho cercato di tradurre in italiano i messaggi di Lacey, mi scuso per le inesattezze riportate.

Quando avevo 15 anni ho incontrato Chris e mi sono innamorata.
Chris e io ci siamo sposati quando avevo 21 anni.
Quando avevo 23 anni abbiamo scoperto che stavamo per avere un bambino.
Eravamo così emozionati!
Alla 18 settimana l’ecografia abbiamo scoperto che stavamo per avere un bambino!!
Eravamo ancora più eccitati.
L’abbiamo chiamato Christian!
Una settimana dopo abbiamo ricevuto una telefonata. Qualcosa non andava in Christian.
Eravamo preoccupati.
La crescita di Christian, il dottore è molto incerto.
Cosa c’era di sbagliato? Sarebbe vissuto? Sarebbe stato mentalmente compromesso?
Il 18 Febbraio del 2011 Chris e io andammo a Vanderbilt per partorire Christian.
Noi non sapevamo se saremmo tornati a casa con Christian o no.
Alle 9.32 del mattino Christian è arrivato nel mondo….Urlando!!!!
Era vivo!!!!
Ma non era così semplice…
Le condizione di Christian erano molto più gravi di quanto si pensasse.
Era nato con labbro leporino e un problema al palato, non avrebbe mai potuto chiudere la bocca.
La sua condizione è solo 1 dei 50 in tutto il mondo.
Ma è ancora peggio…
Gli occhi di Christian avevano un problema, non si sono formati, non c’erano.
Il nostro bambino era cieco, noi eravamo affranti.
Non sapevamo che cosa fare, come crescere un bambino che non ci vedeva.
Christian ha avuto un intervento chirurgico a 4 giorni di vita ed è rimasto in terapia intensiva (o culla termica) 4 settimane.
Quando lo abbiamo portato a casa dall’ospedale, le cose erano difficili.
Ogni volta che portavo Christian fuori tra la gente…
La gente fissava…
E sussurravano alle mie spalle “Guarda quel bambino”.
I bambini chiedevano alle loro mamme che cosa aveva di sbagliato “quel bambino”.
Non potevo andare da nessuna parte senza che qualcuno facesse osservazione sul taglio di Christian.
Qualcuno avrebbe potuto chiedermi “cosa c’è che non va nel tuo bambino?”
Una ragazza mi ha persino detto che ero una persona orribile perchè non avevo abortito Christian.
Io ero abbattuta.
Ma come Christian diventa più grande, ha iniziato a ridere e giocare.
E quando le persone ci guardano, Christian inizia a ridacchiare….
E anche loro ridono….
Le persone hanno iniziato a cercarmi in Facebook….
e conoscere Christian sentendo parlare di lui…
E così noi ci facciamo una tonnellata di nuovi amici.
Le persone hanno iniziato a raccontarmi quanto Christian li abbia ispirati.
E quanto bello lui sia.
E le cose sono un po’ più facili.
E Christian sta crescendo sano!!!
E chiunque incontri Christian si innamora di lui piuttosto velocemente.
Quei giudizi bisbigliati in realtà non mi preoccupano più.
Perchè so che Christian è meraviglioso….bellissimo…
Fuori e dentro…
E so anche che è stata la cosa giusta non abortire Christian.
E’ l’amore della mia vita.
E’ un Miracolo!!!

Sapeva che il piccolo avrebbe avuto dei problemi ma Lacey Buchanan 24 anni, non ha esitato. Suo figlio Christian è nato anche se in molti le avevano consigliato di abortire. E’ nato senza occhi e non può chiudere la bocca ma Lacey è stata molto coraggiosa e ama suo figlio più di ogni altra cosa.

Una mamma speciale per un bimbo speciale!!!