Archivi categoria: Ricordi

Stessa spiaggia, stesso mare

Per noi non era solo una canzone, era una regola, la meta dei miei genitori era Jesolo. fiat-500-f-blu-Ho passato ben 13 estati lì.

La partenza era fissata alle 4 del mattino, si partiva quando i più erano addormentati nei loro letti scaldati dall’afa estiva, si doveva viaggiare col fresco, non c’era  l’aria condizionata. Continua a leggere

Annunci

Il lupo cattivo

Immaginate:lupo-cattivo

mattina ore 9, corridoio del centro commerciale in cui lavoro, spazioso, luminoso, pulito, colorato, una bimba piccola, che deve aver imparato da poco a muovere i primi passi, zampetta a tutta velocità ovunque le sue corte gambette la portino, dietro di lei una coppia, presumo siano i nonni, che a ripetizione le dicono:

Continua a leggere

Una valigia pesante

La prima volte che mi son preparata la valigia da sola, ero una ragazzina, prima ci pensava sempre mamma. Avevo 14 anni, io e mamma dovevamo partire per la Calabria con un’amica/collega  di mamma e la sua famiglia, due ragazzine di 12 e 13 anni, un bimbo di 8 anni e il marito. ragazza con la valigia

Siamo partite per una vacanza di 15 giorni,  mi ero portata una valigia tutta per me. Era una valigia abbastanza capiente e avendola riempita in modo esagerato, era pesantissima e al tempo non avevano le rotelle. Continua a leggere

Festa dei nonni. Li ricordo così….

Oggi è la giornata dedicata alla Festa dei nonni, mi sembra doveroso rivolgere un pensiero ai miei nonni, che non ci sono più.
Mio nonno C. era un uomo semplice, come mio papà, di poche pretese, di poche parole. Un cuore grande, un amore sconfinato per noi nipoti. Ricordo che girava sempre con un carrettino attaccato ad una bici e raccoglieva carta e cartone. Ricordo che lo vedevo arrivare dalla via e correvo a vedere cosa portava a casa. A volte trovava anche bamboline, oggetti vari che ci regalava. La mia prima ed unica, pseudo Barbie, me la diete lui, trovata chissà dove, buttata (chissà perchè?), aveva le gambe rigide, bionda, magra. Ero felicissima! Continua a leggere