Archivi categoria: Youtube

Coppetta mestruale, ma cos’è???

L’altro giorno stavo leggendo il Blog di mammaeconomia, il titolo del suo post era Domande e risposte sulla coppetta mestruale. Bene, io ho una certa età, non sono vecchissima, ma ho passato i fatidici anta e sinceramente non sapevo cosa fosse una coppetta mestruale, mai sentita nominare e si che sono una che si tiene un po’ informata. Così sono andata in cerca di una spiegazione, per capire di cosa stava parlando e ho trovato un sito dove tutto è ben spiegato.

La coppetta mestruale è un dispositivo igienico per il ciclo femminile costituito da una coppetta in silicone, materiale plastico o gomma naturale, che va inserito in vagina per raccogliere il flusso.
Una volta inserita, non si avverte più, ed è possibile indossarla tranquillamente anche per 8 ore, quindi anche durante la notte.  La coppetta non provoca secchezza ed irritazioni, perchè non interferisce con le normali secrezioni della vagina, ed è assolutamente sicura perchè costituita da materiali di grado medicale (utilizzati, ad esempio, anche per cateteri, valvole protesiche ecc.).
Non interferisce nè con diaframma, nè con la spirale. Si può inserire sin dalla prima mestruazione, infatti c’è in due misure, small e large, a seconda se siete già mamme o no. La coppetta mestruale può durare fino a 10 anni, dopo ogni utilizzo và sterilizzata o tramite bollitura o con pastiglie sterilizzanti.
Saputo tutto ciò mi domando…ma la userei? Ora rispondo di no, ma ho letto che dicono tutte così, poi alla fine molte la provano e la usano. Sinceramente mi fa un po’ schifo raccogliere il tutto e poi svuotarle la coppetta, lavarla, riinserirla….Non mi convince.
Voi sapevate che esisteva? La usate? Se si, è veramente così comoda come decantano?
Ho trovato anche in Youtube un video in cui Luciana Littizzetto parla della coppetta mestruale, in modo scherzoso, come lei sa fare….esilerante!!!
Annunci

Brad Pitt e Chanel N° 5, ne vogliamo parlare?

Non è un viaggio, ogni viaggio finisce e noi andiamo avanti. Ovunque io vada, ci sei tu. Mia fortuna, mio destino, mio successo. Chanel N °5. Inevitabile”

Uno dei profumi femminili più famosi al mondo, Chanel n 5, sceglie un uomo come protagonista del suo nuovo spot, sceglie Brad Pitt. L’ultima campagna pubblicitaria ha debuttato ieri, solitamente affidata a donne oggi la svolta. Ciò che sussurra Brad sembra una poesia, dedicata a un amore perduto, in verità un’ode dedicata al prufumo.

Brad si presenta in un video in bianco e nero, vestito casual con camicia fuori dai pantaloni, capelli lunghi e barba e mani nelle tasche.
Quando si pensa a Chanel N° 5 la nostra mente associa il profumo all’immagine di Marylin, era in 1921, da allora si sono alternati molti testimonial, ora invece verrà spontaneo associarlo a Brad. Un vero azzardo, un uomo, ma prevedono che sarà  un successo..  

Chanel N°5, il profumo più venduto e famoso, avrà un picco di celebrità grazie al sex symbol di Hollywood che in cambio avrà 7 milioni di euro. Scusate se è poco!!!

Ma voi ci credete al Karma?

Su Italia 1 tempo fà mandavano in onda una serie tv che mi piaceva tantissimo, My name is Earl. Un telefilm che ha avuto un sacco di riconoscimenti e ha vinto diversi premi. Gli episodi erano costellati di citazioni di Film importanti o frasi note ai cultori del cinema.
Earl era un trentenne fannullone che conduceva una vita disordinata e sregolata, era dedito a piccoli furti e crimini, assieme alla moglie Joy, ai suoi due figli legittimi ma non naturali, Earl Jr. e Dodge, e all’inseparabile fratello Randy. La sua vita cambia radicalmente quando una mattina vince 100 000 dollari grazie ad un biglietto del gratta e vinci. Mentre gioisce per la vincita viene investito da un’automobile, perdendo così il tagliando vincente e finendo all’ospedale. Dopo l’incidente, Earl perde anche la moglie. mentre è all’ospedale vede all tv il talk show di Carson Daly, in cui il popolare conduttore afferma che il successo consiste nel fare del bene per gli altri, ed ha un esperienza karmica. Dopo questo fatto Earl decide di iniziare una nuova vita, riesce a recuperare il biglietto vincente e con i soldi vinti decide di rimediare a tutti i suoi errori.
La frase introduttiva di ogni episodio è la seguente:

« Avete presente quel tipo di soggetto che fa una bastardata dopo l’altra e ad un certo punto si meraviglia che la sua vita fa schifo? Bene, quello ero io! Ogni volta che mi capitava qualcosa di buono, qualcosa di cattivo era in agguato dietro l’angolo: è il Karma! Ecco perché ho deciso di cambiare: ho fatto una lista di tutte le mie cattive azioni e da allora cerco di rimediare agli errori che ho commesso. Mi sto solo sforzando di essere una persona migliore. Il mio nome? Earl! »
Guardando questo telefilm, mi sono chiesta più volte se il karma esiste davvero.
Non alla reincarnazione, sia ben inteso e a tutto quello che ci sta dietro, ma semplicemnte, al fatto che ogni azione o pensiero che compiamo prima o poi porterà i suoi frutti, negativo o positivi a seconda dell’azione commessa. In pratica, se qualcuno ha fatto del male, vivrà prima o poi una situazione simile per sperimentare di persona cosa ha causato agli altri, o non sempre va così? Sarebbe buona regola che questo succedesse, di modo che la persona in questione capisse il male inflitto, e magari cambiasse atteggiamento nei confronti del prossimo, ma davvero capita del male a chi fa del male? Davvero la ruota gira per tutti? O le sfortune capitano sempre alle stesse persone e non a chi se le merita?
Ognuno di noi ha commesso delle azioni negative, nessuno escluso, magari anche di poco conto, ma le abbiamo fatte. Se poniamo rimedio a queste azioni, come ha fatto Earl, il Karma girerà meglio?
La mia lista non sarebbe lunghissima, anzi, direi breve, ad alcune azioni commesse che non erano propiamente positive, ho già provveduto e ho già espiato… e voi? Com’è la vostra lista?

Cosa succede negli allevamenti degli animali? Ce lo dice Earthlings

Vi segnalo un documentario, EARTHLINGS .
E’ un film che gira nel web da tempo, fa riflettere ed è finora il più completo documentario mai prodotto sulla correlazione tra la natura, gli animali e gli interessi economici degli umani.
Il film è narrato dall’attore Joaquin Phoenix, nomitato dall’Academy Award (GLADIATOR) e la colonna sonora è di Moby, artista acclamato dalla critica.
Attraverso uno studio approfondito svolto all’interno di negozi di animali, allevamenti di animali domestici, rifugi, ma anche negli allevamenti intensivi, nell’industria della pelle e della pelliccia, in quella dello sport e dell’intrattenimento, e infine nella professione medica e scientifica, EARTHLINGS usa telecamere nascoste e filmati inediti per tracciare la cronaca quotidiana di alcune delle più grandi industrie del mondo, che basano i loro profitti interamente sugli animali.

E’ un documentario sull’assoluta dipendenza dell’umanità dagli animali (usati come compagnia, come cibo, come vestiario, per divertimento e per la ricerca scientifica) ma illustra anche la nostra completa mancanza di rispetto per questi cosiddetti “fornitori non umani”.
Dura 1 ora e mezza circa, è in lingua originale, ma ha i sottotitoli. Se siete delle persone sensibili, meglio non guardarlo.

Metodo Estivill, causa danni per i bambini sotto i tre anni

Il metodo Estivill, è semplicemente un modo di comportarsi per “insegnare” al bambino a fare la nanna da solo. Estivill ha scritto anche un libro nel quale svela ai genitori le semplici tecniche per conseguire l’obiettivo, il libro è “Fare la nanna”. E’ un libro che ha suscitato diverse polemiche, infatti il metodo da applicare, a mio parere è assurdo, anche se devo ammettere che molti anni fà, quando è nato il mio primo figlio, sotto suggerimento delle zie, avevo provato anch’io questo modo di fare. Dopo averlo sentito piangere come un disperato, tutti erano accorsi perchè pensavano fosse successa una tragedia, da qui si capisce quanto poco fosse applicabile!!! Non vi dico quanto poco adeguata mi fossi sentita.
In poche parole il metodo prevede di portare il bimbo a letto, uscire dalla stanza e tornarci ogni 5 minuti. Anche se il bambino piange, urla e strepita, non prenderlo in braccio, ma limitarsi ad accarezzarlo, a parlargli e poi riandarsene, finchè il bimbo capisce (?) e si addormenta.
Fatta questa premessa, va detto che propio in questi giorni Estivill stesso ha dichiarato che il metodo non può essere applicato ai bambini sotto i tre anni, causa danni.

Estivill dichiara: Le regole illustrate in ‘Fate la nanna‘ erano per i bambini dai tre anni in su che soffrivano della cosiddetta ‘insonnia infantile per abitudini scorrette’. Queste norme non possono essere applicate in caso di bambini più piccoli a causa dell’immaturità del loro orologio biologico.
Ma dirlo prima no?
Se penso a quante persone hanno letto il libro, quante mamme, pensando di fare cosa buona e giusta, hanno messo in pratica alla lettera questo metodo. Quante si sono sentite disperate, (perchè bisogna essere disperate per ricorrere ad una simile barbarie), sia prima, che dopo aver provato questo metodo.
Io spero che il suo libro venga tolto dalla circolazione, ma soprattutto che venga reso noto che non è un metodo applicabile nè per i bimbi al di sotto dei tre anni, nè per gli altri.
Insomma, io sono dell’idea che un po’ di sano lettone non faccia del male a nessuno, tanto non ci restano fino ai 20 anni, credetemi sulla parola..un figlio 20enne io ce l’ho e dorme nel suo letto. 😉
Se poi avete dei bravi bambini che hanno imparato a dormire nel loro lettino, nella loro stanzetta, senza gravi drammi, beati voi, siete fortunati!!!
Con il secondo figlio non ho fatto nessuna fatica, ha sempre dormito nel suo lettino e mi ritengo superfortuna, visto l’esperienza negativa col primo figlio.
La notizia, è giusto dirlo, è stata diffusa dal blog Paternamente, e io ve l’ho riportata.
In Youtube ho trovato questo video, io l’ho guardato solo pochi secondi, non ce la faccio!!

Magic Mike sta arrivando. Tu andrai a vederlo?

L’altra notte mentre facevo zapping come un’invasata, son capitata forse su Cooming Soon, ma non ne sono certa, stavano presentando il film Magic Mike, ne sono rimasta subito colpita, chissà perchè!!!
Io non so se a voi è già capitato di vedere il trailer, ma ci sono una serie di fustaccioni che si dimenano su un palco, un po’ la versione maschile del Coyote Ugly, se vogliamo, anche se lì erano in un bar e qui in un locale  un po’ diverso, ma poco poco!!!
La trama è un po’ prevedibile, Mike (Channing Tatum) è un imprenditore di talento e grande fascino che insegue il Sogno Americano, ma di notte… diventa la star di uno spettacolo tutto al maschile: Magic Mike! Si esibisce tutte le sere in un locale gestito dall’altrettanto affascinante Dallas (Matthew McConaughey) dove avrà modo di trasmettere l’arte del ballo, del rimorchio e dei soldi facili ai giovani arrivati, tra cui The Kid (Alex Pettyfer).

Vi avviso…Scene di strip a parte, Channing apparirà anche in un nudo frontale. Questo per lui non è certo fonte di grande imbarazzo, ha fatto lo strepper x diverso tempo a Tampa. A suo dire fare questo film e parlare di quel periodo è stato utile, era un passato che non voleva più tener nascosto, lui l’ha definito “un periodo spassosissimo”!!!!!!

L’uscita nelle sale cinematografiche statunitensi è avvenuta il 29 giugno 2012, su distribuzione Warner Bros. Pictures. L’uscita italiana del film è prevista per il 21 settembre 2012, distribuito da Lucky Red.
Il film ha ottenuto enorme successo negli Stati Uniti e si è posizionato al primo posto nella classifica dei film dance della storia, non è poco direi, vediamo che effetto farà agli italiani, o meglio alle italiane!!!

Ho trovato nel web anche un’intervista di David Letterman a Chunning Tatum, che mi ero persa, mi piace un sacco David, è molto ironico, divertente e realizza delle belle interviste, diciamo….insolite.

25 modi di indossare una sciarpetta

Ho visto questo video in Fb e ve lo giro, trovo che questa ragazza sia molto fantasiosa e ciò che propone è davvero utile. In pochi minuti fa vedere 25 modi per indossare una sciarpetta.
Io sinceramente la metto tipo impiccata e mi sento tale, la ragazza lo chiama “The European Loop” (???), comunque grazie a questo video non mi sentirò più così!!!
Il mio modo preferito è “The Magc Trick”, ma anche “The Hidden Knot” e del modo “The DIY Infinity” che ne pensate?

Questa ragazza ha caricato anche altri video, 81 per la precisione,  che ora mi vado a vedere…

Maru, il gatto più cliccato di Youtube

Si chiama Maru che in Giapponese vuol dire Tondo. In effetti il muso del gatto Maru, la star del web, è rotondo e paffuto.
Maru, uno Scottish Fold maschio imbranato ed in evidente sovrappeso, in realtà non fa nulla di particolarmente eclatante.
Maru fa le solite cose da gatto, solamente in modo più lento e goffo di un gatto normale.  Dorme,gioca coi gomitoli di filo,entra ed esce dalle scatole o rimane incastrato nelle scatole. Quando vede una scatola Maru ci si lancia dentro e dove possibile se ne va in giro inscatolato. Si inscatola in buste e box di tutte le dimensioni. Ama l’acqua e sa rendersi ridicolo anche nella vasca da bagno. Nonostante ciò, miglia di persone seguono ogni sua mossa tramite gli aggiornamenti sul suo sito web.
Queste sue propensioni hanno portato i genitori umani di Maru ad aprire un suo blog. Era il lontano 2007 e Maru non era ancora nessuno, ma dalla sua prima apparizione su Youtube la faccenda però è cambiata radicalmente. La voce si è sparsa e al canale Youtube di Mugumogu si sono iscritte, ad oggi, oltre 230679 persone. E da lì è stato un crescendo. I suoi video sono stati guardati da ben 172578007 di persone…un numero notevole per un gattone cicciotto!!!
Nel 2009 i suoi genitori umani hanno scritto un libro e pubblicato un DVD in Inglese e in Giapponese. Maru è stato ospite di programmi televisivi in tutto il mondo e citato dal New York Times, insomma è diventato una star.
Lo potete trovare anche in Twitter e in Fb, credo che sia quello vero, ci sono diversi cloni…
 

<!– –>

Malata terminale di cancro Talia Joy Castellano e i suoi video su Youtube

Talia Joy Castellano è una piccola beniamina del web.

Ha solo 13 anni e dal 2007 combatte contro il cancro. Un anno fa ha iniziato a postare sul canale i suoi video, dove principalmente si cimenta con il make up, sua grande passione, nata soprattutto come alternativa alle odiate parrucche. Talia spiega i passaggi per realizzare i suoi make up, si destreggia tra ombretti sgargianti e lip gloss, il trucco è la sua “iniezione di fiducia”, per se stessa ma anche per chi la guarda. Ed è triste pensare che, parallelamente, Talia debba anche avere a che fare con ospedali, trasfusioni, chemioterapie, trapianti: tutto quello che soprattutto un bambino non dovrebbe mai conoscere. Nell’ultimo video messo su Youtube, nel quale racconta l’evoluzione della sua malattia. Talia, in questo blog, spiega che i medici le hanno diagnosticato un secondo cancro e che le sue possibilità di sopravvivere si sono ridotte. Talia ha  sia il neuroblastoma che la leucemia,  il tempo di vita stimato dai dottori….dai 4 ai 12 mesi. Il trapianto potrebbe salvarla, ma dopo 5 anni di cure intensive, non si sa se il suo corpo è in gradi di affrontarlo, e poi Talia non se la sente di sottoporsi al trapianto. Eppure questa ragazzina riesce a trovare dentro di sè il coraggio di sorridere alla vita, di girare video amatoriali sul make-up, insegnando a truccarsi con eleganza e grazia, mentre racconta con il sorriso la sua triste storia.
Una sua dichiarazione: E’ bello che le persone si stiano rendendo conto che la lotta contro il cancro non è solo chemio, e che ci sono altri elementi che ci aiutano attraverso il percorso. A me ha aiutato la passione per il make up.
Ho ottenuto tanti benefici dal cancro. Avere un canale su Youtube, ispirarele persone, avere la gente che mi ammira…Il viaggio attraverso l’avere il cancro è stato incredibile. ma ogni viaggio ha una fine.
Avere il cancro è stato un dono, ma è una cosa orribile, orribile”.
Sono le persona più fragili che ci insegnano la forza della vita.
17-07-2013
Talia è volata in cielo ieri. Ha lasciato molti video, ma soprattutto una testimonianza bellissima di amore per la vita, nonostante le difficoltà e la malattia.
Grazie Talia.

L’annuncio della morte di Talia passa da Facebook, con l’hashtag “#prayfortalia”, dalla pagina “Angels for Talia”.

Spot divertenti in tv estate 2012

Spot Mentos Rainbow 2012

Spot Edison 2012

Spot Comix 2012

Io e il mio bambino abbiamo stilato una lista degli spot più divertenti, che ci sono in tv in questo periodo
. Questi tre sono quelli che ci fanno sempre ridere, ogni volta che li vediamo.
Il ragno forzuto delle Mentos, il regbista che fa ginnastica artistica o ritmica, (non so la differenza, ho solo figli maschi) di Edison e  la banana che fa il Kung fu della Comix. Le pubblicità divertenti che preferite quali sono??