Archivi tag: 1 lezione di vita

Cody McCasland un esempio per tutti. Il suo motto: siate forti, mai arrendersi

Cody McCasland è nato 11 anni fà, prematuro con una rara sindrome, gli hanno amputato le gambe quando aveva 15 mesi. I primi anni della sua vita sono stati molto difficili, blocchi respiratori, mesi di ospedale, operazioni, un vero incubo. Cody però è un vincente, oggi Cody corre, salta, partecipa a minitriathlon, usa l’ handbike e nuota. Il suo sogno è partecipare alla Paralimpiadi di Rio, cavoli che sogno!!!
Cody è un esempio di positività, di carattere, è fonte di ispirazione per chi ha gravi problemi di deambulazione. Da quando aveva sette anni Cody frequenta il Veterans Administration Hospital, dove ci sono soldati rimasti paraplegici, non vedenti, amputati. Anche lui sa cosa vuol dire essere vicino a morire, sa cosa vuol dire vivere senza gambe, le difficoltà che la vita propone, parla con loro, parla della sua vita con i veterani. I soldati lo ascoltano, i soldati gli credono. Il motto di Cody è :« Be strong, never give up , siate forti, mai arrendersi».
Cody è stato testimonial dell’ospedale che lo ha preso in cura, il Texas Scottish Rite Hospitalfor Children ed è portavoce del Caf, Challenge AthletesFoundation, organizzazione che si occupa di recuperare fondi per aiutare le persone con disabilità a praticare sport.

Cody sarà a Roma, in Vaticano, per ricevere il Premio Sciacca. La premiazione avverrà nel corso di una solenne cerimonia in programma sabato 10 novembre, ore 17.30, presso l’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana.

Nelle intenzioni della Giuria e della Presidenza del Premio Sciacca,egli costituisce un esempio per tutti coloro i quali vivono situazioni difficili, fisiche o psicologiche.  “Cody – si legge nella motivazione del Premio – unisce alla tenacia, alla determinazione e allo spirito di sacrificio, una grande sensibilità, una sana gioia di vivere e un forte senso di altruismo,sì da rappresentare una splendida icona di atleta, propositiva dello spirito olimpico di tutti i tempi”.
Cody è un messaggio di speranza per tutti.
Se volete leggere la sua storia andate QUI.
Mi piace trovare nel web queste storie e proporvele, sono esempi positivi che riempiono il cuore di amore per la vita.

Annunci

Nonna ti spiego la crisi economica

Premetto che io di economia non ci capisco un fico secco, negatissima e poi se vogliamo dirla tutta, me ne frego, faccio finta che non esista. Ho trovato questo link nel web, se lo capisco io, lo capiscon tutti. Un po’ lungo da leggere, ma nel periodo in cui ci troviamo c’è tanto da spiegare. Quindi, se avete le idee confuse sulla situazione generale dell’economia e del lavoro che stiamo vivendo in questi anni, quì troverete buona parte delle risposte.  
Attraverso un ideale conversazione tra nipote e nonna forse capirete cosa sta succedendo.
Leggete QUI e fatene tesoro.

Essere donna vuol dire abbracciare il mondo, abbracciare la vita

Ci sono donne che camminano controvento da una vita.
Ci sono donne che hanno occhi profondi come oceani.
Ci sono donne che cambiano pelle per amore.
Ci sono donne che donano il loro cuore per poi ritrovarsi a raccattarne i cocci da sole.
Ci sono donne che in silenzio fanno ballare la propria anima su una spiaggia al tramonto.
Ci sono donne che chiudono gli occhi ascoltando una musica lenta che rende più salate le loro lacrime.
Ci sono donne che con orgoglio ma con il nodo in gola rinunciano alla felicità.
Ci sono donne che con i loro occhi fotografano quegli splendidi ma così fugaci attimi in cui si sentono abbracciate dall’amore sperando di mantenerli vivi e colorati per sempre.
Ci sono donne che hanno fatto un nodo per ogni loro lacrima sperando che arrivi qualcuno a scioglierli.
Se ti fermi un istante le puoi sorprendere mentre lottano contro il proprio istinto, mentre fanno passeggiare il proprio dolore a piedi nudi affrontando onde che ad ogni mareggiata sono sempre più minacciose.
Non fermare il cuore di una donna, niente vale di più… non far piangere una donna, ogni lacrima è un po’di lei stessa che se ne va.
CHIARA DE FELICE

Ho trovato queste parole nel web, ve le ripropongo e ditemi se anche voi vi riconoscete. Ditemi se pensate che queste riflessioni le ritenete vere, un po’ vostre. Ditemi se anche voi almeno una volta le avete pensate e ora le trovate scritte qui. Ditemi….fate parlare il vostro cuore!