Archivi tag: Denti

Tumore alla tiroide causato anche dalle radiografie ai denti, è una bufala?

In fb gira questo scritto:
Ho da poco ricevuto una mail da un’amica che mi racconta di aver recentemente assistito ad una trasmissione televisiva, il dr. Oz show, nella quale quest’ultimo , parlando di un tipo di cancro che si sta diffondendo molto rapidamente tra le donne, il cancro della tiroide, ha affermato che questa crescita così rapida potrebbe essere dovuta alle radiografie dentali e alle ma…mmografie. Ha dimostrato che il grembiule utilizzato nello studio del dentista per le radiografie è munito di un colletto che può essere alzato e posto intorno al collo. La maggior parte dei dentisti non si preoccupa di farlo, io non l’ho nemmeno mai visto. Esiste ugualmente una protezione per la tiroide che può essere utilizzata durante le mammografie. Casualmente la mia amica doveva fare la sua mammografia annuale alcuni giorni dopo. Mi racconta che, pur sentendosi un po’ ridicola, ha ugualmente domandato quanto ci fosse di vero in quello che aveva ascoltato alla televisione e il tecnico che le stava facendo la mammografia, ha estratto una protezione da un cassetto. Ad una sua domanda sul motivo per cui questa protezione non fosse usata d’ufficio, le è stato risposto che è prevista la richiesta da parte del paziente. Ma come si può richiedere una cosa di cui non si è al corrente? Se la mia amica non avesse assistito a quella trasmissione, non l’avrebbe mai saputo. E nemmeno io, e probabilmente nemmeno voi. Bisogna far circolare questa informazione tra le nostre figlie, nipoti, madri e amiche. Io lo sto facendo, se credete, fatelo anche voi.

Essendo una tiroidectomizzata, sono molto interessata all’argomento, così ho cercato conferma nel web, alcuni articoli sostengono la veridicità di questa cosa.

Un’indagine su 313 soggetti colpiti da tumore della tiroide, ha fatto emergere che con l’esposizione frequente ai raggi X delle panoramiche effettuate nelle cliniche odontoiatriche, si ha un incremento piuttosto consistente delle probabilità di sviluppare la patologia. 

Precedenti studi hanno anche dimostrato un aumento di rischio di cancro alla tiroide tra i dentisti, assistenti dentali e dei radiologi, e che l’esposizione alle radiografie a raggi-x provocano un aumento del rischio di tumori alle ghiandole salivari. La tiroide è una ghiandola endocrina che si trova nella parte anteriore del collo, ed è responsabile del metabolismo del corpo e dell’equilibrio del calcio. Quando i dentisti eseguono le radiografie, il collo del paziente è esposto alla radiazione, e la tiroide è esposta all’effetto di raggi nocivi. Il potenziale rischio di cancro è particolarmente importante soprattutto quando si parla di bambini e adolescenti spesso sottoposti a raggi-x per problemi ai denti.
Ho trovato anche un articolo nel blog Il Disinformatico, sempre a caccia di bufale, nel quale spiega che il rischio di cancro alla tiroide dovuto alle radiografie dentali e alle mammografie è praticamente nullo, perché la dose di radiazioni che colpisce la tiroide durante questi esami equivale a circa 30 minuti di radiazioni ambientali naturali.
Se volete leggere l’articolo, sapete dove andare.

Quindi? A chi crediamo? Io la tiroide non ce l’ho più, ho già dato, ma voi cosa ne pensate?

 

Annunci

Quando togliere il ciuccio al nostro bambino

Oggi stavo facendo il giro dei miei blog preferiti,  leggo il post di Mamma Studia,  parla del rapporto col ciuccio del suo Dede.
Alla fine del post pone una domanda:
COME E QUANDO AVETE TOLTO IL CIUCCIO AI VOSTRI PICCOLI?? COSA AVETE RACCONTATO LORO??
Ecco allora il mio post….
Il mio primo figlio non ha mai voluto il ciuccio, mai. A volte avrei voluto che lo prendesse, per trovare un po’ di consolazione, per farsì che smettesse di piangere, invece nulla.
Il secondo figlio invece era un ciuccione, ma lo prendeva solo per addormentarsi.
A causa di una malattia molto seria, sono stata ricoverata per 4 giorni e poi x delle cure x altri 14, il bimbo era affidato alla suocera e lei ogni tre x due, gli metteva in bocca il ciuccio. Quando sono rientrata Miciomao aveva il ciuccio tutto il giorno e guai a torglierlo, lo cercava in continuazione. Come non capirlo? Ero sparita di punto in bianco, lui aveva solo due anni, si consolava come poteva.
Dopo un annetto, mentre lavavo i dentini a Miciomao, ho notato che le due arcate dentarie non combaciavano più, i denti sopra erano sporgenti e lì ci siamo allarmati, io e maritino.

Prima abbiamo cominciato ad assottigliare il ciuccio, ogni giorno ne tagliavamo un pezzetto, ma non funzionava, lo voleva lo stesso, lo cercava e lo ciucciava in qualunque modo, allora ne abbiamo pensata un’altra.
Miciomao aveva tre o quattro ciucci, tutti diversi, li perdeva in continuazione, li abbandonava ovunque e ogni volta era un vero problema trovarli, quindi abbiamo deciso di lasciargliene solo uno, avvisandolo, se lo perdeva, restava senza, basta ciuccio.
Tempo un giorno, lo perde, lo cerchiamo, nulla, introvabile.
La prima sera piange un po’, ma avendolo perso lui, pian piano si rassegna.
La seconda sera piange un po’ di meno.
La terza sera dice dispiaciuto. “Vorrei il ciuccio, ma l’ho perso e sto senza”
Vittoria!!!
Nel giro di 6 mesi i dentini tornano apposto, ritornano perfetti, belli dritti e la bocca si chiude benissimo.
Sappiamo di aver fatto la cosa giusta, per lui, soprattutto per lui, ma anche per noi, con quello che costani gli apparecchi e i dentisti!!!!
Un dentista dei bambini mi ha confermato poi, che il ciuccio va tolto entro i tre anni, altrimenti le arcate dentarie poi possono deformarsi e necessitano di apparecchi correttivi.