Archivi tag: Maestre

Dopo due giorni di scuola…..

Dopo due giorni di scuola, mentre siamo in macchina, Miciomao se ne esce così:

– Mamma, la maestra ##### ha già iniziato a sgridarmi.
– Come mai, cosa è successo
– Mamma, stavo finendo di scrivere e lei ha detto di aprire il libro a pagina 9, io non ho sentito e lei mi ha urlato: “Ma sei sordo?”
– Sul serio? Ti ha detto così?
– Si, mamma. urla sempre, per ogni cosa urla. Non sta bene quella donna, mamma.
Annunci

Merenda sana….anche no!

Nella scuola di Miciomao per tre mattine la settimana, lunedì, martedì e venerdì hanno introdotto la “MERENDA SANA”, in questi 3 giorni i bambini possono mangiare yogurt, frutta o verdura e possono bere solo acqua.
Miciomao mangia solo la mela come frutto, ma deve essere sbucciata, non ama la buccia, ovviamente lì nessuno gliela prepara, non sono alla scuola materna dove la cuoca sbucciava la mela a tutti i bambini, quindi ho dovuto scartare l’idea.
Miciomao non mangia nemmeno lo yogurt, non gli piace, non beve nemmeno il latte, ho dovuto scartare anche questa idea.

Miciomao come verdura cruda mangia solo la carota, quindi tre volte la settimana all’intervallo tra un blocco e l’altro per recuperare energie e attenzione mangia una bella carota e nemmeno tanto grande.
So che l’obesità in fantile è un problema in aumento, ma non credo che la merenda sana a scuola lo possa risolvere e non è certo il problema di Miciomao che pesa 17 kg e ha più di 6 anni.
Sembra una bella idea di per sè, introdurre degli alimenti sani, ma non tutti i bambini mangiano queste cose e non è certo una regola imposta dalla scuola che cambierà le loro abitudini, infatti ci sono bambini che pur di mangiare qualcosa di più sostanzioso, nascondono le merendine in tasca e le consumano in bagno lontano dagli occhi delle maestre.
Per me una merenda sana potrebbe anche essere una fettina di torta fatta dalla mamma, un panino con marmellata, dei biscotti fatti in casa, ma vale per me, non per le insegnanti.
Ho parlato con diverse mamme, nessuna è d’accordo con questa idea della “merenda sana”, soprattutto perchè è imposta tre giorni la settimana, ne basterebbe uno o al massimo due, ma hanno tutte paura di parlare e di esporsi e lasciano i bambini senza merenda oppure gliela danno di nascosto.
Personalmente sono successi due episodi che mi hanno lasciato senza parole.
Un giorno ho dato a Miciomao una schiacciatina, non ricordandomi che era il giorno della “merenda sana” e la maestra gli ha proibito di mangiarla e l’ha lasciato senza, quindi dalle 7.30 non ha messo in bocca nulla fino alle 13. Ma ti pare possibile? Non è una barbarie?
Ieri invece ho dato del tè a Miciomao e la maestra gli ha proibito di berlo, lasciandolo senza nulla dalle 7.30 fino alle 13. Nemmeno fosse sotto tortura.
Ecco, va bene la “merenda sana”, va bene educare il bambino a consumare più frutta e verdura, va bene tutto, ma se lasci mio figlio senza cibo e senza bere, allora mi arrabbio sul serio, anche perchè Miciomao è uno scricciolino di bambino e faccio già fatica a farlo mangiare, è raro che mi faccia un pasto completo, quindi non mi sembra proprio il caso di intervenire con divieti simili. Questo atteggiamento della maestra cosa ha insegnato al bambino???
Martedì mio marito andrà dal dirigente scolastico a chiarire questa questione e anche un’altra ancora più assurda che vi scriverò.
E’ vero che non bisogna parlare male degli insegnanti, ma appoggiarli nelle loro scelte e nei loro metodi, ma questa volta dissento.
Voi avete la “merenda sana” nelle vostre scuole?

Gite scolastiche

Venerdì scorso ero al parchetto, un gruppetto di mamme di ritorno dalla riunione scolastica parlavano della gita proposta dalla scuola per i bambini della classe prima: 4 giorni a Firenze O_o
Io sono rimasta basita.
Che necessità c’è di portare dei bambini di 6 anni a Firenze a visitare monumenti, chiese e quant’ altro? Non è una noia mortale per loro?
E poi mi domando: voi lascereste il vostro bambino a dormire fuori 3 notti?


Dareste una responsabilità così grande a delle maestre?
Io no.
Sarò egoista, sarò prevenuta, sarò tutto quello che volete, ma io non lo farei.
Alcune mamme dicevano che anche loro non se la sentivano,  ma per non far sentire inferiore il bambino pensavano di mandarlo, nonostante l’idea sembrava loro assurda e la gita poco adeguata a dei bambini di quell’età..
Perchè piegarsi sempre al volere della massa?
Perchè ???
Voi cosa ne pensate?