6 Mamme du 10 cercano risposte sul web

La maggior parte delle mamme italiane (60%), per far stare bene il proprio bambino, cerca le risposte di pediatri e specialisti su internet. A dirlo e’ l’indagine ‘Mamma quanti dubbi’, lanciata con un questionario su Facebook e che ha coinvolto 500 mamme di tutta Italia.

”Pediatra e internet, presi singolarmente – spiegano gli autori dell’indagine – sono le due fonti cui le mamme si rivolgono piu’ spesso quando vogliono informarsi sulla salute del proprio figlio. Al pediatra si rivolge circa il 66% delle mamme, per il web e’ il 60%. Ma il vero picco di preferenze si ha quando queste due fonti di informazione si combinano insieme: una larga maggioranza di mamme, 3 su 4, ritiene che interagire con uno specialista via web sia lo strumento online migliore per avere informazioni chiare e autorevoli sulla protezione e la cura del proprio bambino”.

Sulla scorta di questi risultati e’ nato il portale Crescere Protetti , sviluppato con la consulenza scientifica della Societa’ italiana di pediatria (Sip) e della Societa’ italiana di igiene. ”I pediatri che fanno parte della task force di Crescere Protetti, oltre a garantire una risposta tempestiva alle mamme nel giro di 48 ore sulle tematiche generaliste – spiegano i realizzatori – interverranno anche a rotazione ogni mese durante sessioni di chat live, in cui verranno affrontati gli argomenti piu’ interessanti segnalati dalle mamme stesse”.

”Il pediatra resta la figura piu’ autorevole a cui rivolgersi – dice Alberto Ugazio, presidente Sip – ma il web 2.0 e’ un’ottima opportunita’ per migliorare ulteriormente il rapporto mamma-pediatra, per riuscire a essere divulgativi senza perdere di vista la correttezza scientifica dei contenuti.

Questo progetto e’ un utile strumento per aiutare le mamme nel loro ruolo al tempo stesso bellissimo e impegnativo, nonche’ una piattaforma di dialogo e confronto tra loro e i pediatri”.

La campagna ‘Crescere Protetti’ prevede, oltre al lancio del portale, anche la distribuzione di materiale informativo all’interno degli studi pediatrici. Il progetto e’ stato realizzato grazie al contributo incondizionato di Napisan-Dettol.

“Napisan e Dettol hanno scelto di sostenere questo progetto forti di un impegno nei confronti delle famiglie italiane che da sempre li ha contraddistinti – afferma Patrizio Gregori, brand manager Napisan-Dettol – Abbiamo pensato a un luogo che potesse offrire alle mamme lo stesso senso di sicurezza e fiducia per aiutarle ad affrontare i dubbi e le incertezze relative alla cura e protezione dei loro bimbi e di se stesse”.

Fonte : ansa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...