Dislessico o pigrone?

La dislessia è un disturbo dell’apprendimento, ha una base genetica, quindi è congenita.La dislessia viene riconosciuta durante il primo anno scolastico, ma la diagnosi vera e propria avviene nel secondo anno scolastico. Il bambino dislessico non riesce ad automatizzare il processo di lettura, a collegare le lettere, quando legge, ogni lettera, ogni sillaba, ogni parola sono una grande difficoltà da superare, tutto diviene enormente difficile. Un bambino dislessico avrà una lettura stentata e piena di errori e avrà problemi anche a copiare dalla lavagna.
 Gli errori tipici di un soggetto dislessico sono:
 1. Confusione tra le lettere simili per grafia e suono ( la e con la a, la v con la f, ecc);
 2. Difficoltà nel mettere in ordine di successione le lettere ;
 3. Omissione di sillabe e di parti della parola ( talo anziché tavolo)
.
Spesso la dislessia è accompagnata dalla disortografia, non riescono ad automatizzare le regole ortografiche, e alla didasculia, disturbo che riguarda i numeri e i calcoli. hanno difficoltà a contare avanti e indietro, ad imparare i giorni della settimana, del mese, le tabelline.

Gli errori tipici di un soggetto dislessico sono:

 1. Confusione tra le lettere simili per grafia e suono ( la e con la a, la v con la f, ecc);
 2. Difficoltà nel mettere in ordine di successione le lettere ;
 3. Omissione di sillabe e di parti della parola ( talo anziché tavolo). La diagnosi di dislessia può essere fatta solo da specialisti, tramite test specifici. Dopo la diagnosi si aiuta il bambino con la logopedia e con altre attività didattiche. I bambini dislessici sono bambini frustrati perchè non riescono a svolgere gli impegni scolastici come gli altri compagni, ma con un valido aiuto possono raggiungere buoni risultati.
Una signora che conosco fa seguire la sua bambina da una ragazza molto brava dopo la scuola, la bambina ha notevoli risultati scolastici, a fronte comunque di un impegno non da meno.
Ho trovato nel web una tabella per capire se nostro figlio è dislessico. Non so quanto possa essere valida, quindi ve la ripropongo con il beneficio del dubbio.
MIO FIGLIO E’ DISLESSICO?
1. In età prescolastica

– Il vostro bambino non é interessato a giochi con suoni linguistici come ripetizioni, rime e filastrocche
– Ha difficoltà ad imparare le filastrocche
– Ha delle difficoltà a dividere in sillabe o scomporre parole come autotreno in auto/treno
– Frequentemente pronuncia male ed insiste ad usare un linguaggio da bambino piccolo
– Non riesce a riconoscere le lettere del suo nome
– Ha difficoltà a ricordare i nomi delle lettere, dei numeri, o i giorni della settimana
2. Tra 5 e 6 anni
– Non riesce a riconoscere e a scrivere delle lettere. Non riesce a scrivere il suo nome e inventa la pronuncia di certe parole
– Ha delle difficoltà a dividere in sillabe o scomporre
– Continua ad avere difficoltà con le rime
– Non riesce a collegare lettere e suoni
– Non riesce a riconoscere i fonemi (chiedetegli: dimmi una parola che inizia come “gatto”)
3. Dai 6 ai 7 anni– Continua ad avere difficoltà a manipolare i fonemi
– Non riesce a riconoscere parole comuni pronunciate in maniera irregolare (es: “gli” – “glicine”)
– Si lamenta di quanto sia difficile leggere e si rifiuta di farlo
– Non riesce a leggere parole di una sillaba come (il-la,…)
– Fa errori di lettura che fanno pensare a difficoltà nel connettere suoni a segni grafici

4. Dopo i 7 anni
– Pronuncia errata di parole complicate
– Confonde parole che hanno assonanze (es: sacco pacco; bare-bere)
– Usa molte parole vaghe (coso; cioè; quello lì)
– Ha difficoltà a memorizzare date, nomi, numeri di telefono
– Inventano, tentano di indovinare parole multisillabe invece di analizzarle
– Saltano parti di parola durante la lettura.
– Quando leggono ad alta voce spesso sostituiscono parole complesse con altre più semplici
– Pronuncia in maniera terribile ed ha una calligrafia disordinata, confusa
– Ha difficoltà nel completare i compiti nei tempi prescritti o lento
– Ha grande paura a leggere ad alta voce
Se avete qualche dubbio, rivolgetevi alla vostyra pediatra o ad uno specialista prima possibile.

Ti potrebbe anche interessare: Un tablet per aiutare i bambini dislessici

Annunci

6 pensieri su “Dislessico o pigrone?

  1. mammapiky

    Grazie del post, lo devo far leggere a mia sorella per via del suo primo figlio che sembra avere questi problemi. In realtà leggendo quello che hai scritto non mi sembra dislessico, la maggior parte di quei segnali non ci sono, però credo che lo farà vedere da uno specialista, anche dietro consiglio delle maestre..

    Mi piace

    Rispondi
  2. Stefy

    ciao, mia figlia non è dislessica ma ha problemi di apprendimento. Logopedia, neuropschiatria, psicomotricità… abbiamo cominciato quando aveva 3 anni, all'inizio è stata davvero dura, poi si ingrana e si va avanti…
    Ciaooooo!!!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...