20 novembre: anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Nel 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato il trattato sui diritti umani più condiviso di tutti i tempi: la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Celebrare questa data significa considerare ciò che di buono viene fatto ogni anno per migliorare le condizioni dell’infanzia in tutto il pianeta. Il promotore più importante di questa giornata è l’Unicef.
La Convenzione è composta da 54 articoli e da due Protocolli opzionali (sui bambini in guerra e sullo sfruttamento sessuale).
Ecco i diritti più importanti.
– Il diritto all’uguaglianza
– Ogni bambino ha diritto a un nome e a una nazionalità. Non puoi essere svantaggiato a causa del tuo sesso, del tuo aspetto, del colore della tua pelle, della tua lingua, della tua religione, della tua opinione ecc. 
– Il diritto alla salute. Ogni bambino ha il diritto di ricevere aiuto e assistenza quando è malato. 
– Il diritto alla formazione. Ogni bambino ha il diritto di andare a scuola e di imparare ciò che è importante, come il rispetto dei diritti dell’uomo e delle altre culture. È importante che a scuola i bambini possano sviluppare le loro capacità e che vengano incoraggiati a farlo. 
– Il diritto al gioco e allo svago. Ogni bambino ha il diritto di giocare e di crescere e vivere in un ambiente sano.
– Il diritto alla libera opinione, all’informazione e a essere ascoltati. Ogni bambino ha il diritto di esprimere liberamente i suoi pensieri.
– Tutti i bambini hanno il diritto di conoscere ed essere informati sui loro diritti.

Ogni bambino ha il diritto di ottenere informazioni da tutto il mondo attraverso radio, televisione, giornali, libri e di trasmettere le informazioni agli altri.
– Il diritto a un’educazione senza violenza
– Il diritto alla protezione dallo sfruttamento economico e sessualeNessun bambino deve essere maltrattato, sfruttato o trascurato. Nessun bambino deve essere costretto a eseguire lavori pericolosi. Se vieni trattato male, hai diritto a protezione e aiuto.
– Il diritto alla protezione in guerra e durante la fuga. Un bambino che è dovuto fuggire dal suo paese ha gli stessi diritti dei bambini del paese che ha raggiunto. Se possibile, deve essere ricongiunto con la sua famiglia.
– Il diritto a una comunità familiare. Ogni bambino ha il diritto di vivere con la sua mamma e il suo papà, anche se questi ultimi non vivono insieme.
– Il diritto all’assistenza in caso di menomazioneOgni bambino ha il diritto a una vita dignitosa. Se hai una menomazione, hai il diritto a maggiore a un sostegno e un aiuto supplementari.
In alcune parti del mondo questi diritti sono ovvi, naturali e vengono rispettati, ma in altre parti sono un traguardo ancora lontano, lontano.
Quanti diritti negati!
Quanti diritti enunciati, ma calpestati!!

 

 
Annunci

2 pensieri su “20 novembre: anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...