Un culetto indipendente * José Luis Cortés/Avi * Piemme

Ieri pomeriggio io e Miciomao, dopo essere stati dalla pediatra a far vedere i dentini davanti che ha quasi perso a causa di una testata del compagnetto, siamo stati in biblioteca. Lui di solito sceglie tre libri, che una volta tornati a casa io gli leggo più e più volte. Non sapendo leggere, la sua scelta è influenzata unicamente dalle immagini che devono essere divertenti, colorate o con personaggi simpatici, ecco perchè oggi a scelto questo libro. In copertina c’è un bambino dalla faccia furba che scappa e vari oggetti gli vengono scagliati addosso. Mi porge il libro, leggo il titolo e mi metto a ridere, ma non svelo nulla a Miciomao, pensando già al suo divertimento quando glielo leggerò. Così è stato, nel momento in cui ho inziato a leggerlo, si è messo subito a ridere.

La storia è molto semplice: Cesare Pompeo è un bambino molto monello e ogni giorno ne combina una, è la disperazione di mamma, che allo stremo della pazienza lo sculaccia continuamente, finchè il culetto di Cesare Pompeo si stanca di questa vita, fa le valige e e se ne va, lasciando Cesare Pompeo senza culetto. Sapete quante cose non si possono fare senza culetto, tantissime e quando Cesare Pompeo lo capisce, chiede al suo culetto di tornare promettendogli che farà il bravo Il culetto torna, Cesare Pompeo ne è felicissimo, ma farà davvero il bravo? Non vi resta che leggero il libro.
Anche se non sono daccordo sui metodi tenuti dalla mamma di Cesare Pompeo, trovo che questo libro sia molto carino, perchè insegna a comportarsi bene, non certo per fare piacere alla mamma, ma al proprio culetto!!!

Advertisements

10 pensieri su “Un culetto indipendente * José Luis Cortés/Avi * Piemme

  1. maris

    Gli autori di libri per bambini non finiscono mai di stupirmi! Davvero se le inventano tutte 😀
    Un culetto che se ne scappa è una vera novità per me!
    Certo però che anche a me le sculacciate non mi trovano gran che d'accordo, se vanno al di là di una simbolica “tottò sul popò” (come la chiamo io!) accompagnata da un rimprovero e da una punizione riguardante magari i giochi o i cartoni animati o simili.
    La storia però deve essere simpatica, lo intuisco dalle risate che si fa il tuo bambino 😉

    Mi piace

    Rispondi
  2. Federicasole

    Questa sì che è una storia originale, immagino lo stupore sul volto dei bambini la prima volta che ne sfogliano le pagine e scoprono la notizia del culetto che scappa!E' troppo forte, lo cercheremo anche noi in biblioteca!:-)
    Apprezzo molto anche la nuova grafica con il NO alla violenza sulle donne, complimenti!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...