Dipendenza da Facebook

Un mio contatto in Fb alcuni giorni fa si poneva la domanda se cancellarsi da Fb o meno, perchè  passava gran parte del suo tempo libero collegata a Fb invece che dedicarsi a cose più proficue. Sappiamo tutti che la dipendenza da Fb o dai social in generale, esiste.

Per molte persone restare collegato è una vera priorità, condividere ogni cosa che fanno,commentare ogni fatto che succede loro o agli ai suoi contatti, è quasi obbligatorio, pubblicare le foto di ogni posto che visitano,  controllano continuamente lo smartphone per vedere se qualcuno commenta il  post che ha condiviso, per contare quante persone hanno cliccato su “Mi piace” per una foto condivisa.Vogliamo parlare poi di chi pubblica le foto dei figli ogni giorno per documentare tutto ciò che fanno nell’arco di una giornata? Quello che mi lascia perplessa è che molti di noi sono preoccupati per la mancanza di privacy, che impera oggi a causa della diffusione delle telecamere in ogni dove, o del fatto che si è tutti connessi ai social, ma  non si fanno scrupoli a condivere qualsiasi cosa. Non è un controsenso? E non è un’assurdità che mentre siamo in compagnia di persone passiamo il nostro tempo a chattare con altri, quando invece dovremmo parlare con chi ci sta di fronte? La foto sopra è molto significativa!!!Cancellarsi da Fb non è una soluzione, bisogna solo imparare a gestirlo senza farsi risucchiare nella spirale della dipendenza. Io ad esempio quando tempo fa ho notato che mi collegavo troppe volte e per troppo tempo, mi sono presa una pausa e per più di 24 ore non mi sono collegata. Ho notato che questa cosa è positiva per me e la ripeto almeno una volta la settimana. Se vado da qualche parte per godermi la giornata con la mia famiglia, cosa assai rara, difficilmente mi collego per condividere continuamente ciò che faccio. Ho un contatto in Fb che pubblica foto prese nel web e le fa passare per sue. Tutti sanno che non è vero, tutti lo deridono, ma nessuno gli dice niente. Nei giorni scorsi ho lasciato ufoton commento sotto l’ennesima foto falsa, ma lui imperterrito ha confermato di averla fatta lui. Posta anche status nel quale dichiara di essere in un ristorante di lusso a consumare cene prelibate in compagnia dell’innamorata, oppure di essere al lago, a godersi un tramonto, ma tutti sappiamo che in verità è a casa sul divano. Perchè una persona arriva a tanto? Perchè arrivare a condividere cose false? Le cose sono due: o lo fa apposta per deridere tutti coloro che lasciano commenti e cliccano su “Mi piace” pensando a quanto siamo tonti, oppure ha qualche problema serio che andrebbe preso in considerazione. Vi siete mai chiesti cosa sarebbe la nostra vita senza i social network? Un gruppo di olandesi sì, hanno creato un’associazione no profit che aiuta a disintossicarsi da Fb in 99 giorni, se volete saperne di più, andate QUI
Annunci

8 pensieri su “Dipendenza da Facebook

  1. Mammanontiarrabbiare

    Io da fb mi sono cancellata più volte, ho dato anche la colpa alla dipendenza. In realtà – e domani esce un post chiarissimo – il problema è legato alla gente che lo popola, alla gente del mio paese d’origine e dove vado almeno una volta a settimana avendo là mamma e papà e vivendo a soli 13km da esso. Il problema è che mi piace condividere, non tutto e non le foto dei bambini, ma vorrei farlo solo con chi dico io, perché condividere una foto o un pensiero o uno ‘sto facendo’ è come alzare la cornetta e dirti “Ciao Moky che fai? Io ora pulisco e poi preparo cena, i bimbi bla bla bla…” solo con tutti i contatti. E intanto è sapere come stanno i tuoi amici senza dover chiamare uno a uno; è leggere i blog, da fb non mi perdo un post di nessuno di quelli che seguo. E per noi blogger è anche un vetrina per far sapere “oh oggi ho scritto, se ti va leggimi”. Ho anche provato a criptare la mia identità per non avere rotture ma poi ho pensato fosse inutile e sciocco e allora mi sono fatta le spalle, ho scritto un post che chiarirà come la penso e sono su fb, interamente mi 🙂 per la mia teoria delle ciaole, ora vado ad allenarmi o mi passa l’ora e poi devo incastrare il tutto per farlo, bacio bella! Bel post, hai ragione su tutto.

    Mi piace

    Rispondi
  2. Sempre Mamma Autore articolo

    In realtà quando ho scritto questo post stavo pensando a te Mammanontiarrabbiare e non vedo l’ora di leggere il tuo post in cui spieghi le tue motivazioni, non che ce n’era bisogno neh!!!

    Mi piace

    Rispondi
  3. potolina

    concordo perfettamente con te….io mi sono analizzata e spesso ho usato facebook per “dimostrare” a chi mi ha sempre ostacolato che sono andata avanti nonostante loro…nonostante loro non credessero in me, nonostante abbiano sempre pensato di me che fossi una sfigata solo perchè non condividevo la loro di vita…Adesso ho ristretto le persone con cui condividere foto, pensieri, opinioni…per me facebook è stata un’illusione di libertà, di fermare i pensieri per essere ascoltata, ( leggendo si presta più attenzione alle parole che si dicono) ma in realtà se usato male è solo una gabbia…

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...